Da ottobre a maggio Grosseto suona benissimo

Da ottobre a maggio Grosseto suona benissimo

Musica e solidarietà in occasione della rassegna "La voce di ogni strumento". In cartellone nove concerti con un'attenzione particolare ai più giovani

Roma – è decollata il 14 ottobre l’ottava stagione della rassegna “La voce di ogni strumento”, festival storico diretto dal M° Gloria Mazzi, che unisce musica e solidarietà operando in sinergia con le associazioni La Farfalla, AISM, AVIS, ADMO e AIPAMM. 
Nove concerti, da ottobre a maggio, i cui protagonisti sono artisti presenti stabilmente sulla scena musicale internazionale ma anche musicisti che risiedono e portano avanti la propria attività musicale sul territorio.

I requisiti fondamentali nella scelta degli eventi sono stati in primo luogo la qualità artistica dei concerti inseriti in cartellone, ma anche la loro varietà, nei generi e negli stili, con il fine coinvolgere un pubblico il più ampio ed eterogeneo possibile per età, formazione e interessi. La Voce di ogni Strumento anche quest’anno rivolge un’attenzione particolare ai più giovani, riproponendo, parallelamente al cartellone principale, una piccola stagione riservata ai ragazzi, un evento nell’evento che già nella precedente edizione della rassegna ha registrato un importante consenso presso le scuole che hanno favorito la partecipazione riempiendo ogni volta i teatri.

Dopo l’apertura (sold out) con il Duo Baldo e lo spettacolo CON divertimento CERTO, il cartellone ospiterà il 18 novembre La leggenda Paganini, monologo in un atto per voce recitante, violino e chitarra dedicato alla figura del celebre violinista di cui si narrano le vicende umane e artistiche attraverso la voce di Paolo Sassanelli, il violino di Davide Alogna e la chitarra di Giulio Tampalini. E poi il 9 dicembre il quartetto jazz formato da Dado Moroni, Ares Tavolazzi, Roberto Gatto e Stefano Cocco Cantini porterà il suo omaggio al pianista del bebop e dell’hard bop Tadd Dameron.
Si prosegue poi a gennaio, il 19, con  “La Bohème”, mentre il 10 febbraio andrà in scena la musica di Antonio Vivaldi con le Quattro Stagioni. 

Largo ai giovani invece il 2 marzo, quandosi terrà il concerto finale del 5° Concorso Regionale Musicale, organizzato dal Distretto 108 LA e il Lions Club Grosseto Aldobrandeschi con la collaborazione proprio dell’Hotel Granduca e la direzione artistica di Gloria Mazzi.

Il concorso, riservato ai giovani musicisti toscani, mira a incentivare lo studio della musica da parte dei giovani, valorizzarne le eccellenze e ricordare il Maestro Palmiero Giannetti, musicista e didatta e figura di rilievo del mondo lionistico. Grande festa poi il 24 marzo con il sestetto vocale inglese “The King’s Singers”, che quest’anno celebra cinquant’anni di attività. Un’esperienza sensoriale a tutto tondo è invece in programma sabato 6 aprile: il violinista Davide Alogna e il pianista non vedente Gianluca Casalino saranno infatti protagonisti del “Concerto al buio”, un dialogo musicale che si tesserà sulla musica di Mozart, Schumann, Brahms, Prokofiev e Liszt, le cui suggestioni e sensazioni saranno accresciute proprio dalla situazione di oscurità.

Il gran finale di stagione de La Voce di ogni Strumento porterà domenica 19 maggio la grande musica del Quartetto Adorno. Il nome del Quartetto è un omaggio al filosofo Theodor Wiesengrund Adorno che, in un’epoca di declino musicale e sociale, individuò nella musica da camera una chiave di salvezza per perpetuare un vero rapporto umano, secondo i valori del rispetto e dell’anelito alla perfezione.

L’accesso ai concerti è differenziato in base all’evento. Alcuni appuntamenti sono a offerta libera, altri invece prevedono l’acquisto di un biglietto. Il ricavato sarà comunque sempre in parte devoluto in favore delle associazioni La Farfalla, AVIS, ADMO, AISM e AIPAMM.

Tutte le info sono sul sito: www.lavocediognistrumento.it