Roma, boom di presenze per il primo giorno di 'Campus Orienta'

Roma, boom di presenze per il primo giorno di ‘Campus Orienta’

ROMA – Sono partiti da Cassino, Velletri, Frascati e da tutta la provincia romana, con le idee confuse e i volti ancora assonnati. Sono i giovani che questa mattina hanno invaso gli spazi espositivi della Fiera di Roma, dove oggi è stata inaugurata la prima giornata del Salone dello studente ‘Youth for future’, la più importante fiera dell’orientamento universitario. Fino al 15 novembre, i circa 40mila studenti attesi alla manifestazione potranno visitare gli stand espositivi delle universita’, frequentare workshop sull’orientamento e laboratori a ciclo continuo. Un calendario fitto di manifestazioni arricchito da dibattiti e conferenze con esperti, per aiutare i ragazzi a scegliere la strada giusta per il loro futuro.

Sono indecisa tra l’ambito medico e quello artistico letterario– racconta Anna, che si sposta da uno stand all’altro – all’inizio è un po’ confuso orientarsi in questo spazio così grande, ma dopo un po’ si inizia a capire come muoversi“. Chiara, del liceo delle scienze umane di Palestrina, ha scelto invece di provare il colloquio di orientamento con un esperto: “Mi ha aiutata a chiarirmi le idee partendo dalle mie attitudini e non da fattori esterni– commenta all’agenzia Dire- Sono indecisa tra scienze infermieristiche e scienze della formazione primaria, ma ancora c’è tempo per decidere“.

Durante la tre giorni i ragazzi avranno la possibilità di incontrare e conoscere le principali università italiane pubbliche e private, tradizionali e online, ma anche scuole di formazione, enti e istituzioni, per un totale di oltre 70 incontri. “Qualcuno fa domande sulla prova di ammissione chiedendo su cosa concentrare la preparazione, mentre qualcun altro si interroga sugli sbocchi lavorativi, ma è più raro“, commenta un’assistente dello stand della facoltà di fisica di Roma Tre, che ha organizzato laboratori interattivi con i docenti per avvicinare i ragazzi alla materia. È la scienza, infatti, la protagonista principale dell’evento, concentrato sul rapporto tra tecnologia e innovazione.

Tra gli espositori, infatti, spiccano le installazioni del Cnr, che nella Fiera ha presentato la mostra itinerante ‘ARTICO – Viaggio interattivo al Polo Nord’, e ha organizzato incontri per far dialogare ragazzi e ricercatori. Tra le altre iniziative, domani e’ in programma un video collegamento con la stazione di ricerca artica ‘Dirigibile Italia’, cui seguirà un focus sul cambiamento climatico. Non solo orientamento, dunque, ma anche esperienze e formazione.

Io ho seguito una presentazione di giurisprudenza della Sapienza“, racconta Giulia, che ha ritenuto l’incontro “molto interessante“, mentre Andrea e Giacomo collezionano volantini di economia e ingegneria, e si dicono indecisi ma più a fuoco dopo questa giornata di incontri. “Questa manifestazione rappresenta un’occasione unica per avvicinare i giovani al mondo dell’innovazione e, quindi, al futuro– ha detto Domenico Ioppolo, Coo di Campus Orienta- Bisogna da una parte aiutare i ragazzi a identificare quali saranno le competenze più richieste nel mercato del lavoro e dall’altra adeguare le offerte formative disponibili, avvicinando la societa’ al mondo delle carriere scientifiche e tecnologiche tramite programmi mirati“.

Dopo la tappa romana, il Salone dello studente proseguirà il suo tour in giro per l’Italia approdando prima a Catania (dal 26 al 28 novembre), poi a Bari (dal 12 al 14 dicembre) e a Monza (dal 29 al 30 gennaio 2019). Le altre tappe della fiera e i dettagli della programmazione sono disponibili su www.salonedellostudente.it.

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it