Nightmare, 34 anni fa inizia l'incubo di Freddy Krueger

Nightmare, 34 anni fa inizia l’incubo di Freddy Krueger

Un guanto a 4 lame, una faccia ustionata, un cappello e un logoro maglione a strisce. E’ questo l’identikit del serial killer più famoso della storia del cinema.

Il 16 novembre del 1984 esce per la prima volta nelle sale americane A Nightmare on Elm Street, segnando la nascita di Freddy Krueger.

Creato dalla mente di Wes Craven, il film ebbe un successo tale da originare, nel corso degli anni, 7 film, 1 crossover, 1 remake, una serie tv, fumetti e svariate apparizioni di Freddy in altre produzioni, dai cartoni animati a videogiochi.

In occasione dei 34 anni di Nightmare, ecco qualche curiosità sul cult horror per antonomasia.

1- Wes Craven ha dichiarato di essersi ispirato ad un articolo letto sul Los Angeles Times negli anni ’70. La notizia raccontava di un gruppo di immigrati Khmer, fuggiti in America dopo il bombardamento statunitense della Cambogia.
Molti avevano cominciato a soffrire di incubi inquietanti, e si rifiutavano di dormire.
Pochi giorni dopo, quando finalmente caddero tra le braccia di Morfeo, morirono nel sonno, un fenomeno chiamato dai medici “sindrome della morte asiatica”.

2- Wes Craven voleva che l’assassino usasse qualcosa di diverso da un coltello, troppo comune. “Così ho pensato: ‘perché non un guanto con coltelli da bistecca?'”.
Per realizzarlo, il regista ha raccontato di essersi ispirato al suo gatto.

3- Nightmare ha visto il debutto cinematografico di un giovanissimo Johnny Depp. L’attore, alla sua prima esperienza in assoluto, ricopriva il ruolo di Glen, fidanzato della protagonista.

4- La saga di Freddy Krueger proseguì per altri anni, sotto la guida di differenti registi.
Wes Craven tornò alla regia 10 anni dopo, nel 1994, per Nightmare – Nuovo Incubo (Wes Craven’s New Nightmare), un mash-up tra realtà e fantasia che avrebbe dovuto scrivere la parola fine alla saga di Krueger. Così non fu e il “signore degli incubi” tornò nel 2003 in Freddy vs. Jason di Ronny Yu e nel 2010 nel remake Nightmare.

5- Freddy Krueger può essere considerato l’incarnazione degli incubi di Wes Craven. Il regista ha raccontato di essersi ispirato  all’aspetto di un barbone che lo spaventò da piccolo, battezzandolo con il nome di un ragazzo che lo bullizzava da bambino.

“Molti dei serial killer (cinematografici) hanno indossato maschere: Leatherface, Michael Myers, Jason”, ha ricordato Craven nel 2014. “Volevo che anche il mio villain avesse una ‘maschera’, ma che potesse parlare, scherzare e minacciare. Così ho pensato di ustionarlo”.Nacque così Freddy Krueger, il serial killer cinematografico tra i più famosi della storia del cinema interpretato da un magistrale Robert Englund.

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it