Chi è Liberato? Diregiovani lo ha scoperto tempo fa. Forse

Chi è Liberato? Diregiovani lo ha scoperto tempo fa. Forse

ROMA – Chi è Liberato? Questo è il grande dilemma che sta scatenando ‘la signora in giallo’ che è in noi. 

La scelta del cantante di rimanere nell’anonimato ha fatto centro: è diventato un fenomeno mediatico e sui social è l’argomento di discussione preferito dagli utenti del web. Ma chi è veramente Liberato? A questa domanda ha cercato di rispondere il giornalista de La Repubblica Gianni Valentino con il libro appena uscito  “Io non sono Liberato”.

Valentino ha “conosciuto Liberato” prima attraverso YouTube, come tutti. Poi al telefono, via e-mail, via Skype.  Il libro è una giostra, dal golfo di Partenope al globo, tra i gommoni di via Caracciolo, i videoclip, le installazioni, i ritornelli-serenata, il mare splendente e le piazze notturne dei decumani coi fumogeni e i pitbull. Per Valentino, dietro Liberato si nasconde il volto di Livio Cori. 

Una tesi, ripresa anche in un articolo di Deer Waves (sull’arrivo del cantante al concerto del 9 maggio) dove si legge:  “Da vero figlio a’ ‘o mare, nato int’ ‘a terra ‘e nisciuno”. La stessa frase scelta da Livio proprio il nove maggio come didascalia a un suo post su Facebook. Questa chiaramente non è stata considerata da nessuno una semplice coincidenza. Senza dimenticare poi la partecipazione di Livio nella terza stagione di Gomorra e il suo stile un po’ R&B intriso di neomelodico molto simile a quello di Liberato.

La vera notizia però, è che noi di Diregiovani, Liberato alias Livio Cori, lo abbiamo già intervistato in tempi ‘non sospetti’.

Ecco la nostra intervista

 

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it