Ho avuto delle perdite scure che ho classificato come spotting…

Buongiorno,
Sono una ragazza di 21, vi scrivo perché ho un forte dubbio. Ho un ritardo nel ciclo di circa 15 giorni, premetto che il mio ciclo non è mai regolare e ad inizio Ottobre ho avuto delle perdite scure che ho classificato come spotting, in quanto mi era già successo. Per cercare di farvi capire meglio la situazione posso dire che ho avuto l’ultimo rapporto non completo il 2 Settembre, dopodiché il ciclo è arrivato più o meno regolare a Settembre e anche in Ottobre, mentre poi si è verificato lo spotting e adesso il ciclo non arriva più.
Potrei essere incinta?
Domani cercherò di prendere un appuntamento con la mia ginecologa per essere più sicura ma nel frattempo aspetto con ansia un vostro parere.
Grazie in anticipo

Sara, 21 anni


Cara Sara,
il ripetersi del ciclo ci fa pensare che non ci siano significativi rischi per una gravidanza. Può succedere che invece ci siano delle fisiologiche alterazioni del ciclo che spesso ci mettono in crisi.
I fattori sono diversi come lo stress, cambio di stagione, drastiche diete, assunzione di farmaci e /o droghe, sbalzi ormonali, alterazioni del ciclo sonno-veglia, presenza di infezioni, ovaie multifollicari, cisti ma soprattutto se si è sottoposti ad un forte stress emotivo.
Quando si verifica una situazione di stress vengono prodotti due ormoni il cortisolo e l’adrenalina che ci consentono di far fronte a una situazione di emergenza. Se la situazione si prolunga la reazione “ormonale” di allarme va ad influenzare l’ipotalamo, dove risiedono anche le strutture di controllo del ciclo mestruale. Ciò può causare un blocco dell’ovulazione, o un’alterata produzione del progesterone, per cui le mestruazioni possono presentarsi in anticipo, o ritardare, saltare completamente, o presentarsi con fenomeni di spotting, cioè perdite scarse e scure.

Lo spotting viene definito un segnale amico che segnala un’anomalia nel normale ciclo ormonale fisiologico.
Non deve spaventare, ma essere intese come un sintomo che invita ad ascoltare ciò che nel nostro corpo, in quel momento, non funziona come dovrebbe. Solitamente è un fenomeno che si risolve in un paio di cicli, se invece
si dovesse protrarre nel tempo e ripetere nei mesi, è un segnale del corpo che ci suggerisce che bisogna attivarsi.
Da quello che ci hai racconto non dovrebbero esserci fattori di rischio specifici ma hai fatto bene a prendere un incontro con la tua ginecologa perchè solo con un visita approfondita potrai trovare la causa esatta dell’irregolarità del ciclo e valutare possibili soluzioni.
Torna a scrivere se ne sentissi il bisogno.
Un caro saluto!

 

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it