Occhi al cielo per la cometa di Natale: ecco come osservarla

46P/Wirtanen è già visibile. L'approccio massimo è previsto per il 16 dicembre

Coda verde e cuore di ghiaccio.
E’ previsto per metà dicembre il passaggio ravvicinato di 46P/Wirtanen, per tutti nota come la cometa di Natale.
Le sue piccole dimensioni non fanno del suo approccio l’evento del secolo, ma sarà un’osservazione alla portata di tutti.
46P, infatti, sfreccerà a “soli” 11.586.350 chilometri. Si tratta del 20° approccio più vicino di una cometa risalente al IX secolo d.C.
Con un po’ di accortezza, sarà possibile vederla anche ad occhio nudo.

Ecco tutte le informazioni da sapere per non farsela scappare.

1. QUANDO e DOVE

La cometa di Natale, in realtà, è già visibile nel cielo. Con un po’ di pazienza potrete riuscire a scorgerla già in prima serata, guardando in direzione Sud-Est a circa 20 gradi sull’orizzonte. Il perigeo (il suo massimo avvicinamento alla Terra) è previsto domenica 16 dicembre. In quel momento la cometa di Natale avrà “camminato” verso Nord e si troverà molto vicino all’ammasso delle Pleiadi.
Ecco una breve mappa per individuarla più facilmente.

2. TROVARE UN POSTO PRIVO DI LUCE

Come per ogni osservazione astronomica ad occhio nudo, è necessario trovare un ambiente buio, il più lontano possibile dalle luci artificiali. Ovviamente, meteo permettendo!
Attenzione: il 22 dicembre ci sarà la Luna Piena. Sia nei giorni precedenti che in quelli seguenti, la luce del nostro satellite può disturbare l’osservazione.

3. TANTA PAZIENZA!

Il consiglio è quello di avere tanta pazienza. Per avere un po’ di chances in più, munitevi un binocolo.

Condividi l’articolo:

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it