Fumo e alcol tra i giovani, il lavoro del Croce Aleramo di Roma

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Per i giovani l’incontro con l’alcol e il fumo avviene sempre prima. Una tendenza negativa che preoccupa gli stessi ragazzi, tentati dall’emulazione e dalla voglia di trasgredire. Gli studenti dell’istituto Croce-Aleramo di Roma, in alternanza scuola-lavoro all’agenzia di stampa Dire, sono andati a chiedere se il problema fosse una caratteristica della nostra società o piuttosto una tendenza naturale.

“A volte è inevitabile che si inizi a fumare presto- commenta una passante- ma si smette anche presto”. Tutti gli intervistati concordano nel dire che c’è un problema legato alla vendita di alcol e fumo, ma per alcuni il governo dovrebbe limitarsi a far rispettare le leggi che già esistono: “le leggi ci sono ma non vengono messe in pratica”, e poi “andrebbe rispettato il divieto di vendere sigarette ai minori”.

Ma c’è anche chi si spinge a dire che si potrebbe aumentare il costo delle sigarette, o legalizzare fumo e droghe leggere “per far maturare le persone”. Insomma, i ragazzi dovrebbero trovare un aiuto nelle scuole, nell’educazione dei genitori e soprattutto in sé stessi, trovando il coraggio di “dire di no quando ci offrono una sigaretta”.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it