Suburra, la seconda stagione arriva il 22 febbraio su Netflix

Quali nuove alleanze stringeranno i protagonisti?
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – L’attesa è finita. Debutta il prossimo 22 febbraio la seconda stagione di Suburra – La serie, il primo crime thriller italiano originale Netflix prodotto da Cattleya in collaborazione con Rai Fiction.

Tratta dall’omonimo romanzo scritto da Giancarlo De Cataldo e Carlo Bonini, il secondo capitolo della serie è ambientata nei quindici giorni che precedono le elezioni del nuovo sindaco di Roma, a tre mesi dalla fine della prima stagione. La battaglia tra criminalità organizzata, politici corrotti e la Chiesa si fa ancora più intensa e i personaggi diventano sempre più affamati di potere.

Quali nuove alleanze stringeranno i protagonisti? E quali nuove strategie metteranno in atto per conquistare il controllo del litorale romano?

Tornano i protagonisti della prima stagione che hanno già conquistato il pubblico e la critica degli oltre 190 paesi in cui è disponibile Netflix, a cui si aggiungeranno nuovi personaggi. Aureliano (Alessandro Borghi), Spadino (Giacomo Ferrara) e Lele (Eduardo Valdarnini), Sara Monaschi (Claudia Gerini), ambiziosa consulente finanziaria legata alla Chiesa, il politico Amedeo Cinaglia (Filippo Nigro) e lo spietato boss Samurai (Francesco Acquaroli).

Nella nuova stagione le donne della serie acquisiranno ruoli spietati e determinanti nello sviluppo della storia.

La seconda stagione è scritta da Barbara Petronio – che cura anche la supervisione editoriale – Ezio Abbate e Fabrizio Bettelli, e diretta da Andrea Molaioli e da Piero Messina.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it