"Contro l'Odio": un portale per mappare e contrastare l'odio on line

“Contro l’Odio”: un portale per mappare e contrastare l’odio on line

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Milano – Informazione, sensibilizzazione ed educazione ai media, contro l’odio online. E’ il triplice obiettivo di Contro l’Odio, un progetto dell’associazione Acmos “concepito come un tentativo di risposta agli attuali problemi legati alla presenza di odio sul web”. Così nel comunicato diffuso dagli ideatori, che aggiungono: “Nasce come strumento di raccolta dati su Twitter, a partire dai tweet che contengono messaggi di odio e che vengono maggiormente condivisi dagli utenti”.

Il portale, disponibile da oggi, è nato grazie al finanziamento del ministero del lavoro e delle politiche sociali e grazie alla collaborazione con l’universita’ di Torino, l’università di Bari, Vox-Osservatorio italiano sui diritti, SerMais, Associazione 21 Marzo, LeDiscipline, UVA, PrendiParte, Rime, L’e’galite’, Share e Alisso e la partecipazione di Fondazione Benvenuti In Italia e Labnet. Ma come funziona?

“I cinguettii- spiegano- vengono inseriti in un geoblog, mappati in base alla regione di provenienza e raggruppati a seconda della minoranza colpita: migranti, rom, omosessuali. La finalità del progetto è di contrastare questo fenomeno mettendo in evidenza i progetti e le realtà che in Italia promuovono la cultura della tolleranza. Oltre alla creazione di uno strumento informatico per il rilevamento automatico di odio online, il progetto vuole sensibilizzare la cittadinanza, in particolare i giovani, sull’importanza di comunicare responsabilmente. Verranno pertanto avviati dei percorsi educativi nelle scuole di tutto il territorio nazionale”.

I dati raccolti sul sito, promettono gli ideatori, saranno periodicamente pubblicati su Facebook, Instagram e Twitter per mostrarne andamento e tendenza.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it