Ca$h Machine è il debut album dei pijamaparty

Ca$h Machine è il debut album dei pijamaparty

La release è accompagnata dal singolo Pie
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Ca$h Machine è il titolo del primo album della band toscana pijamaparty, disponibile dal 25 gennaio nelle piattaforme digitali per Black Candy Records.

15 tracce che arrivano subito al punto: celebrare sound, estetica e approccio degli Anni ’90 attraverso un mega pigiama party -appunto- per bambini un po’ troppo cresciuti. Come fossero inconsapevoli della scena musicale che li circonda, o forse troppo menefreghisti per importargli qualcosa, fanno man bassa di tutti i generi musicali e degli immaginari pop contemporanei. Da Marylin Manson ai Teletubbies, dai Rage Against the Machine a Nyan Cat, dai Die Antwoord a Miyazaki, mettendoci dentro anche gli orsetti gommosi.

pjp | pijamaparty - Pie [Official Music Video]

I pijamaparty hanno scelto tutti i generi musicali che finiscono la lettera k: rock, punk, funk e skunk. E scorrono impazienti nelle vene di questa misteriosa creatura risvegliatasi negli anni ‘90 nella stessa culla di Mix Master Mike, che cresciuta è stata truccata dalla fatina dell’elettronica, ed è in botta del passivo del reggae e della dub.

Una nuova forma di crossover schizofrenico dove convergono citazioni ricercate e motivetti tormentone che attingono a indelebili ricordi delle canzoncine dell’asilo. Se questo sembra confondere, in realtà, la musica dei PJP è immediata e diretta, facile da ascoltare e da ballare provocando lo stesso effetto delle “musichette da autoscontro”. $ilvia (voce), CumZ (basso), Hanif (chitarra), Vic (tastiere) e Mug (batteria) fanno esattamente quello che gli pare, in uno sproloquio musicale svincolato da preconcetti e etichette di genere in maniera violenta e spudorata, ma affabile.

La release è accompagnata dal singolo Pie e dall’omonimo videoclip realizzato da pupillaquadra. Colori, luci e una tipica “qualità VHS” delle immagini, raccontano il mood festaiolo della band.

Performer magnetici, che con il loro stile eccentrico si presentano con bizzarre uniformi in pile Made in China e siparietti giocosi, come fossero i protagonisti di uno show televisivo per bambini. Il tour che accompagnerà il nuovo album è previsto per la prossima primavera con Radar Concerti.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it