‘Sciopero alla rovescia’ al liceo Orazio di Roma

ROMA – Uno ‘sciopero alla rovescia’ che ha visto i ragazzi del liceo Orazio di Talenti, nel III municipio di Roma, organizzare un dibattito sulla complessa vicenda dei migranti nel Mediterraneo insieme ai propri insegnanti, che stamattina hanno fermato per due ore la didattica ‘convenzionale’ dell’istituto per lasciare spazio alla riflessione. “Stamattina siamo stati al […]

ROMA – Uno ‘sciopero alla rovescia’ che ha visto i ragazzi del liceo Orazio di Talenti, nel III municipio di Roma, organizzare un dibattito sulla complessa vicenda dei migranti nel Mediterraneo insieme ai propri insegnanti, che stamattina hanno fermato per due ore la didattica ‘convenzionale’ dell’istituto per lasciare spazio alla riflessione.

“Stamattina siamo stati al liceo Orazio a Talenti per lo ‘sciopero alla rovescia’. Studenti e insegnanti hanno bloccato la didattica quotidiana per le prime due ore sfruttandole per ragionare e riflettere insieme su quanto sta accadendo in queste tragiche giornate che si consumano nel Mediterraneo attorno alla vicenda migratoria”, hanno dichiarato i consiglieri del III Municipio di Roma, Matteo Zocchi, capogruppo della Lista Civica Caudo e Nastassja Habdank, del Partito democratico.

“Hanno letto giornali e testi classici, commentato l’enorme dibattito che si è sviluppato attorno ai migranti e riflettuto squarciando il velo di rassegnazione ed appiattimento verso il basso al quale siamo costretti giornalmente- le parole di Zocchi e Habdank- Vedere ragazzi tanto stimolati e attivi riempie il cuore e da’ speranza, soprattutto se i concetti espressi sorprendono per umanità e coscienza politica, tali da far impallidire gli attuali governanti. Senza retorica: e’ questa la scuola di cui abbiamo bisogno”.

2019-01-30T15:29:05+01:00