SANREMO. Arisa: "Ho ritrovato leggerezza e ritmo"

SANREMO. Arisa: “Ho ritrovato leggerezza e ritmo”

La cantante è in gara con il brano 'Mi sento bene'
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

SANREMO – Esplosiva, bella e giocosa. Questa è la nuova, o meglio, il ritorno della vera Arisa in arte Rosalba Pippa, che ha portato un po’ di brio sul palco del Festival di Sanremo con la sua Mi sento bene. Il brano in gara è contenuto nel suo nuovo album Una nuova Rosalba in città, in uscita l’8 febbraio con Sugar. “In questo album non sono una nuova persona, ma ho semplicemente ripreso delle cose che avevo abbandonato per strada. – ha raccontato la cantante in conferenza – Leggerezza e ritmo sono due elementi che costituivano il perno fondamentale e nel corso dei miei dieci anni di carriera li ho persi, ma adesso li ho ritrovati. Oggi sono una Rosalba che ha preso coscienza del fatto che si possono accettare determinate cose e situazioni. Comunque tante parole per non dire nulla”, ha concluso Arisa scherzando sul suo intervento. A proposito del suo album, la cantante ha raccontato: “Il nuovo disco è il risultato di un lavoro durato più di un anno e portato avanti attraverso un confronto aperto e costante tra me e Sugar, con l’obiettivo di realizzare un album che raccontasse nel miglior modo possibile la Rosalba di oggi. In questo nuovo progetto ci sono tutte le mie anime: quella giocosa, profonda e televisiva. Ho preso spunto da Raffaella Carrà per questo. – e conclude – Questo album vi sorprenderà”. Con l’uscita di Una nuova Rosalba in città, il calendario di Arisa sarà pieno di appuntamenti live. Il primo tour della cantante nei club italiani partirà il 26 marzo dall’Afterlive di Perugia e si concluderà l’11 aprile alla Latteria Molloy di Brescia.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it