Lazza è "Re Mida" nel suo nuovo album

Lazza è “Re Mida” nel suo nuovo album

Il nuovo lavoro è stato anticipato dai brani “Porto Cervo” e “Gucci Ski Mask” feat. Guè Pequeno
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA –  Lazza, a due anni di distanza dall’ultimo lavoro in studio, torna il 1 marzo con “Re Mida”, il nuovo disco , prodotto da 333 Mob e distribuito da Island Records/Universal Music.

Anticipato dai brani “Porto Cervo” e “Gucci Ski Mask” feat. Guè Pequeno, l’album è già disponibile in pre-order su Amazon e in pre-save su Spotify.

 Il rapper milanese si contraddistingue sia per le sue abilità tecniche sia per per le sue doti di pianista, Lazza infatti si è formato studiando musica classica al conservatorio Giuseppe Verdi di Milano e non manca di ricordarlo ai suoi live, durante i quali dimostra che la musica non ha confini sedendosi davanti al piano. Ultimamente, inoltre, si è messo in mostra anche per le sue doti da producer che ribadiscono come conosca bene la musica. Classe 1994, nel 2016 Lazza entra in 333 Mob, etichetta con la direzione artistica di due figure importanti della scena: Slait e Low Kidd. Ad aprile 2017 pubblica Zzala, il suo disco di esordio per 333 Mob in cui mette in luce anche le sue doti di pianista. In parallelo alla pubblicazione dei singoli Mob (feat. Salmo e Nitro), certificato oro da Fimi/GfK Italia, e Lario, diventato di culto tra il pubblico anche nella sua versione remix vede la partecipazione di Fabri Fibra, Lazza parte per un lungo tour sold out accompagnato da Low Kidd e Slait. Nel 2018 Lazza, poco dopo aver ottenuto la certificazione oro per Zzala, torna sulle scene con Porto Cervo, che produce insieme a Low Kidd, un brano che lo porta a collaborare con la cantautrice pop Dolcenera. Anche questo pezzo, tra YouTube e Spotify, arriva a circa 20 milioni di streaming, dato che evidenzia l’attenzione sempre maggiore del pubblico nei confronti di Lazza e della sua musica. A gennaio 2019 arriva la collaborazione con Guè Pequeno su Gucci Ski Mask, ulteriore riconoscimento del talento di Lazza da parte di uno dei più grandi rapper italiani.

Il rapper milanese si contraddistingue sia per le sue abilità tecniche sia per per le sue doti di pianista, Lazza infatti si è formato studiando musica classica al conservatorio Giuseppe Verdi di Milano e non manca di ricordarlo ai suoi live, durante i quali dimostra che la musica non ha confini sedendosi davanti al piano. Ultimamente, inoltre, si è messo in mostra anche per le sue doti da producer che ribadiscono come conosca bene la musica.

Bio

Classe 1994, nel 2016 Lazza entra in 333 Mob, etichetta con la direzione artistica di due figure importanti della scena: Slait e Low Kidd.

Ad aprile 2017 pubblica Zzala, il suo disco di esordio per 333 Mob in cui mette in luce anche le sue doti di pianista. In parallelo alla pubblicazione dei singoli Mob (feat. Salmo e Nitro), certificato oro da Fimi/GfK Italia, e Lario, diventato di culto tra il pubblico anche nella sua versione remix vede la partecipazione di Fabri Fibra, Lazza parte per un lungo tour sold out accompagnato da Low Kidd e Slait.

LAZZA - MOB feat. SALMO & NITRO (Prod. 333 Mob)

Nel 2018 Lazza, poco dopo aver ottenuto la certificazione oro per Zzala, torna sulle scene con Porto Cervo, che produce insieme a Low Kidd, un brano che lo porta a collaborare con la cantautrice pop Dolcenera. Anche questo pezzo, tra YouTube e Spotify, arriva a circa 20 milioni di streaming, dato che evidenzia l’attenzione sempre maggiore del pubblico nei confronti di Lazza e della sua musica.

Dolcenera & Lazza - Porto Cervo (Lazza Cover)

A gennaio 2019 arriva la collaborazione con Guè Pequeno su Gucci Ski Mask, ulteriore riconoscimento del talento di Lazza da parte di uno dei più grandi rapper italiani.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it