Sento come se mi può succedere qualsiasi cosa e non potrò difendermi…

Ciao,
Oggi come tutti giorni ero scesa per portare il mio cane a fare un giro. Ero molto felice, avevo voglia di farmi un bella passeggiata, ma, mentre passavo sotto casa mia, avevo notato che la signora anziana che abita sotto il mio appartamento (che per qualche motivo ha sempre odiato la mia famiglia) era affacciata al balcone, ma non ci feci tanto caso. Però nel momento che passai li sotto cercò di tirarmi dell’acqua addosso, mancandomi. Sentì il tonfo dell’acqua e dei schizzi arrivarmi addosso, alzai la testa e la signora era rientrata dentro. Io rimasi scioccata, ma cercai di continuare la passeggiata. Raccontai subito in un messaggio cosa successe al mio migliore amico, e mentre parlavo mi sentivo le lacrime agli occhi e il respiro diventò irregolare. Cercai di calmarmi ma poco dopo iniziai a tremare, così tornai a casa di corsa. Quando salì mia madre sentì il mio respiro e mi chiese preoccupata cosa successe, e lì la situazione peggiorò perchè iniziai a piangere, avevo ancora più il respiro irregolare e tremavo sempre di più. Riuscì a spiegarle l’accaduto e riuscì anche a calmarmi. Non so perchè mi sia sentita così. L’unico motivo potrebbe essere che avevo più che altro paura per il mio cane, perchè lui è letteralmente tutta la mia vita e se solo uno schizzo lo avesse sfiorato non so cosa avrei fatto. Solo che ora al solo pensiero di dover scendere sotto casa, soprattutto con il cane, mi viene l’ansia e sento una sensazione di paura, e non ho idea di cosa fare. Ora come ora probabilmente mi sentirei male anche se incrociassi questa signora o qualcuno della sua famiglia in giro, sento come se mi potesse succedere qualsiasi cosa e che non potrò difendermi in nessun modo. Ho un sacco di paura perchè non voglio vivere con l’ansia per questo.

Me, 16 anni


Cara Me,
dispiace sentirti così in ansia per la situazione che ci hai descritto, forse aver deciso di scriverci può aiutarti a fare un pò di luce. Già il fatto stesso che sia riuscita a parlarne con tua madre riteniamo che sia importante, non ti sei chiusa nella tua paura ma hai trovato la forza di liberarti e lasciarti andare al pianto. Senza dubbio l’episodio che ci hai raccontato è spiacevole e di cattivo gusto, è probabile che, da come ci hai parlato della signora, ci siano motivazioni più profonde che la portano ad avere atteggiamenti scorretti nei confronti della tua famiglia. Detto questo però ci preme aprire una riflessione sul modo in cui hai reagito, come se l’episodio avesse scatenato qualcos’altro interiormente. Parli della paura di uscire nuovamente di casa come se ti bloccasse, è un’angoscia che ti paralizza. L’impressione che abbiamo avuto è che ci sia dell’altro, nel senso che la tua reazione non sembra adeguata all’episodio accaduto ma alimentata da qualcosa di più profondo. Ci chiediamo se è la prima volta che sperimenti sensazioni del genere e se stai vivendo un momento di fragilità interiore. Sembra infatti che improvvisamente l’angoscia sia uscita fuori manifestandosi nei panni della paura di perdere il tuo cane al quale sei tanto legata. “Sento come se mi potesse succedere qualsiasi cosa e che non potrò difendermi in nessun modo”: queste tue parole fanno percepire che la radice delle tue sensazioni e della tua ansia stia più sotto, in profondità. Prova a riflettere su quanto detto fino ad ora, magari riapri il discorso con tua madre alla luce di queste riflessioni fatte in questo spazio e se vorrai tornare a scriverci per darci un feedback su ciò che pensi, siamo qui. 
Speriamo di esserti stati di aiuto.
Un caro saluto!

14 Febbraio 2019