Occhi al cielo per la Superluna più grande dell'anno

Occhi al cielo per la Superluna più grande dell’anno

La Luna apparirà circa il 14 per cento più grande e il 30 per cento più luminosa
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Il 2019 è ufficialmente l’anno della Luna: 50 anni esatti dopo il primo allunaggio, il nostro satellite torna protagonista del cielo. Dopo la splendida eclissi di gennaio, questa sera potremo assistere alla SuperLuna più grande dell’anno.
Sarà uno spettacolo mozzafiato vedere la Luna nel pieno del suo splendore fare capolino tra i palazzi. A causa di un fenomeno ottico, infatti, apparirà più grande e più luminosa.

Ma che cos’è la SuperLuna?

Non avendo un’orbita circolare ma ellittica, capita che la Luna durante il suo giro intorno alla Terra si trovi nel punto più lontano dal nostro pianeta, noto come apogeo, o a quello più vicino, chiamato perigeo.
La Luna del 19 febbraio non solo ha raggiunto il suo perigeo, ma è anche nella fase di plenilunio.
Queste due caratteristiche insieme ci regalano il fenomeno della cosiddetta Superluna.

La Luna oggi si trova ad una distanza di circa 356.761 chilometri dalla Terra, contro i 382.000 km di media.
Di conseguenza, il nostro satellite apparirà circa il 14 per cento più grande e il 30 per cento più luminoso nel cielo.

In realtà non si tratta di una differenza fisica della Luna, ma di percezione.

Ma cosa significa in realtà?

Cerchiamo di capire cosa succederà veramente al nostro satellite.

Una “Superluna” è un evento che si verifica regolarmente quando la nostra Luna Piena è in perigeo, ovvero si trova nel punto più vicino alla Terra durante la sua orbita.

Quella del 19 febbraio è la seconda Superluna dell’anno, nonché la più grande del 2019.
Coniato dall’astrologo Richard Nolle, il termine “supermoon”, in italiano Superluna appunto, significa essenzialmente che la Luna piena è più grande e luminosa.

Il record per la vicinanza lo detiene il 2016, con una superluna distante “solo” 356.508 chilometri.

Superluna

Il miglior momento per l’osservazione, comunque, è quando la Luna si trova bassa sull’orizzonte, grazie a un’illusione ottica: come spiegato anche dalla NASA, per ragioni non pienamente comprese da astronomi o psicologi, sembra incredibilmente grande quando splende attraverso alberi e costruzioni.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it