Per un milione dei Boomdabash è disco d’oro

Grande successo per la canzone
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Dopo aver letteralmente conquistato e fatto ballare la platea del Teatro Ariston, il grande successo dei Boomdabash non intende fermarsi e a meno di un mese da Sanremo “Per un milione” è stato certificato disco d’oro dalla FIMI/GFK. 


Il brano impazza, inoltre, su Spotify con milioni di streaming entrando a pieno titolo nella Top 50 Global Viral. Il videoclip su Vevo ha, invece, superato le 12 milioni di views. La nuova hit della band salentina è anche tra i brani più acquistati su iTunes, ascoltati sulle piattaforme digitali e tra i più trasmessi dalle emittenti radiofoniche nazionali.

“Per un Milione” è una ballad in perfetto stile reggae intrisa di poesia e sentimento e un vero e proprio inno all’attesa delle molteplici forme d’amore nelle sue mille sfaccettature.

Il testo nella sua genuinità esalta l’indispensabilità del vivere la semplicità dei piccoli gesti quotidiani facendoci riflettere su quanto sia importante riscoprire i valori e la bellezza dei momenti passati insieme agli affetti più cari.

Oltre ai Boomdabash, il testo vanta nella stesura della canzone anche la collaborazione di Rocco Hunt, Federica Abbate e Cheope Mogol, relativamente alle sonorità invece vi è la partecipazione di Takagi e Ketra.

Quindici anni di Boomdabash

I Boomdabash festeggiano 15 anni di carriera all’Alcatraz di Milano. Tanti gli ospiti gli ospiti, amici e colleghi, sul palco per l’appuntamento del 9 maggio Boomdabash & Friends. 

Per la prima volta i fan di Boomdabash assisteranno ad un live con una line up di altissimo livello, per uno spettacolo che difficilmente potranno dimenticare e che sicuramente lascerà un segno indelebile. Le prevendite sono già disponibili online.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it