Laureando della Cusano vince contest Roma 'Motodays'

Laureando della Cusano vince contest Roma ‘Motodays’

Con progetto su parabrezza che facilita scivolamento gocce pioggia
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Un parabrezza che facilita lo scivolamento delle gocce di pioggia. È questa l’invenzione che ha consentito a Dario Antoni di conquistare il contest all’interno del Motodays di Roma. Il vincitore del primo premio è un laureando all’università Niccolò Cusano, iscritto alla facoltà di Ingegneria meccanica. Proprio l’ateneo fa parte del comitato scientifico dell’evento.

Con il contest è stato dato spazio alle idee più innovative di studenti che hanno scelto di concorrere. Tra questi Dario Antoni, che ha conquistato il primo posto che gli consentirà di svolgere un tirocinio presso la sede di Honda a Roma. “L’idea è quella di un parabrezza a cui si imprimeranno vibrazioni che faciliteranno lo scivolamento della gocce di pioggia- ha detto ai microfoni del programma radiofonico Mondo Unicusano- per migliorare visibilità sulle due ruote, specialmente durante la pioggia e nelle ore serali, quando il riflesso può dare fastidio”.

L’idea è nata proprio in sella a uno scooter, durante una giornata di pioggia: “Avevo un parabrezza alto, ma mi ritrovavo a guidare allungando il collo. Sono arrivato a toglierlo, ho preferito bagnarmi ma vedere la strada”. Continua il laureando: “Sono serviti studi, una lunga ricerca sui movimenti della goccia attraverso vibrazioni indotte”.

Dario è arrivato a realizzare il progetto anche grazie agli stimoli del professor Oliviero Giannini, vicepreside della facoltà di Ingegneria dell’Unicusano. Il quale ha parlato di “due compiti fondamentali dei docenti, dare agli studenti una formazione di base e dargli fiducia e aiutarli a concretizzare le idee che hanno. Insieme abbiamo visto le idee che aveva, e l’ho indirizzato su questa, seguendolo e dandogli un minimo di supporto”.

Daniele Lucchesi, manager di ricerca e sviluppo di Honda, ha spiegato: “Siamo il centro di ricerca e sviluppo con sede a Roma. Siamo responsabili dell’Europa, facciamo molta ricerca. Il problema esposto da Dario non è banale, in azienda abbiamo iniziato ad affrontare uno studio” e “una persona come Dario con un’idea del genere potenzialmente potrebbe averne altre cento”.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it