Ho un’ansia perenne...ho avuto un rapporto protetto...

Ho un’ansia perenne…ho avuto un rapporto protetto…

Salve
Scrivo perché ho un’ ansia perenne. Nel mese di febbraio ho avuto il ciclo il giorno 3. Mi dura di solito 6 giorni. Successivamente ho avuto un rapporto protetto con preservativo e eiaculazione esterna il giorno 14 febbraio. Ho paura che con le dita sporche di sperma abbia toccato l’apertura della mia vagina per pulirmi. Il 5 marzo ho avuto delle macchie marroni fino al giorno 6 dove è iniziato ad avere perdite rosse. Dal giorno 7 fino al giorno 12 ho avuto il ciclo ma non è stato abbondante come il solito, a volte scendeva abbondante altre volte no. Di solito il mio ciclo è doloroso solo all’inizio, quest’ultimo è stato doloroso dall’inizio alla fine ma soprattutto il quarto giorno. A cosa è possibile questo cambiamento? Che mi ha portato a forti dolori di schiena che perdurano tutt’ora e mal di pancia. È possibile essere incinta con un dito? Il ciclo era diverso ma comunque il sangue scendeva.

Giulia, 22 anni


Cara Giulia,
riteniamo che tu possa stare tranquilla, l’arrivo del ciclo è un elemento fondamentale per escludere un’eventuale gravidanza. Tieni presente che affinchè avvenga un concepimento è indispensabile l’eiaculazione interna e la donna deve trovarsi nei giorni fertili che, in un ciclo regolare di 28 giorni, cadono circa tra l’11 e il 18 giorno. Quindi ci sembra improbabile che con il contatto attraverso il dito si possa aver generato una gravidanza. Ciononostante è sempre bene fare attenzione alle pratiche di igiene.  Riguardo il ciclo mestruale non è detto che si presenti nelle medesime forme ogni mese, quindi può capitare di avvertire più dolori in un mese e meno in quello successivo.
Per tutti questi motivi ribadiamo che puoi stare tranquilla, non vi è alcun rischio imminente! Per il futuro continua ad adottare precauzioni nei rapporti in modo da proteggerti da eventuali preoccupazioni.
Speriamo di esserti stati di aiuto.
Un caro saluto!

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it