Briga a Siviglia nel video di “Sesso”, il nuovo singolo

Il testo della canzone
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – È online il video di “Sesso”, il nuovo singolo di Briga. Prodotto da Enemies e diretto da Lorenzo Ambrogio

“Sesso è un brano dal titolo provocatorio che propone una visione del sesso cosmico naturale, non comune – ha spiegato Briga-. La chiave di lettura del brano è fornita dal video diretto da Lorenzo Ambrogio e girato a Siviglia, che offre degli spunti iconografici di grande impatto come l’immagine delle meduse che si avvinghiano con i tentacoli e l’impalcatura spoglia della Feria di Siviglia che si allontana sullo sfondo ad indicare i resti di una relazione consumata e l’idea della costruzione di un amore che si allontana”.

Il testo

Ho come l’impressione
Che il tuo ragazzo si riempia la bocca
Con il mio nome
Forse la soluzione
È che si dovrebbe grattare la lingua con il sapone
Mi hanno detto che te non eri tranquilla
Ti guardi allo schermo e sfiori le sopracciglia
Io l’ho capito da me, lo so che mi soffri
lo vedo da quei gesti goffi
Mi vedi e ti sposti
Certi amori non finiscono più
Li chiudi in una busta e l’indirizzo sei tu
Vorrei scavarti in testa con una gru
Ma non ti vorrei più
Volevo solo dirti che a volte ti penso
E che dimenticarti è un lavoro immenso
Sai che ci sto provando ma non ci riesco?
Tra tutte sei la cosa più grande che ho perso
Volevo solo dirti che ancora ti penso
E che scoparle tutte lo so non ha senso
Perché sostituire il tuo amore col sesso
Non mi ridarà indietro le cose che ho perso
Che fare stasera?
Potrei uscire e venirti a cercare
Lì sui Navigli o in qualche locale
Bella Milano, però non c’è il mare
No non c’è il mare
Non so cosa provo
Scegliendo le donne tipo autonoleggio
Poi le lascio in doppia se non trovo parcheggio
Sarà che con tutti se perdo pareggio
Ma con te è stato peggio
Certi legami non si spezzano più
Rimane sempre un filo che ti lega di più
Ma se per te è soltanto una schiavitù
E spezzalo tu
Volevo solo dirti che a volte ti penso
E che dimenticarti è un lavoro immenso
Sai che ci sto provando ma non ci riesco
Tra tutte sei la cosa più grande che ho perso
Volevo solo dirti che ancora ti penso
E che scoparle tutte lo so non ha senso
Perché sostituire il tuo amore col sesso
Non mi ridarà indietro le cose che ho perso
Vorrei buttare tutta la musica al cesso
Perché non so più scrivere un cazzo di verso
Che non parli di te, che non sia l’universo
E che mi faccia essere un uomo diverso
Volevo solo dirti che a volte ti penso
E che a dimenticarti ci provo da un pezzo
Sai che ci sto provando ma non ci riesco?
Tra tutte sei la cosa più grande che ho perso
Ti ho perso
Ti ho perso
Ti ho perso, baby
Ti ho perso
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it