Fanoya. Fuori il secondo singolo del nuovo duo indie-pop

Fanoya. Fuori il secondo singolo del nuovo duo indie-pop

“Torno giovedì” è una ballad intensa e profonda ma allo stesso tempo intrisa della spensieratezza tipica del synth-pop più radiofonico
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Roma – Li stiamo seguendo brano dopo brano, loro sono i Fanoya e siamo convinti che il disco d’esordio farà parlare moltissimo. Dopo il primo singolo “Ricordi gli Accordi” (oltre 200 mila visualizzazioni su YouTube), esce oggi “Torno giovedì”, una ballad intensa e profonda ma allo stesso tempo intrisa della spensieratezza tipica del synth-pop più radiofonico. Il loro secondo brano è prodotto da Ventidieci, distribuito da Artist First ed è fuori con il videoclip diretto Bendo Films (il collettivo di directors milanesi già al lavoro con Canova e Gazzelle). L’attore palermitano Dario Aita (“La mafia uccide solo d’estate”, “L’allieva”, “La cena di Natale”) e l’attrice Giulia Crespi sono i protagonisti del video: grazie alla loro interpretazione danno vita a un vortice di sensazioni coinvolgenti e contrastanti.

Una sberla, una carezza e poi un’altra sberla. La rabbia di non riuscire a far funzionare una relazione, andarsene voltandosi le spalle dopo una discussione, i calci al muro e le urla. “Torno giovedì” è il ricordo di qualcosa che è stato e non tornerà mai più, è il pugno nello stomaco che solo l’amore riesce a dare. Un altro singolo curatissimo e catchy del duo indie-pop composto da Giacinto Brienza (chitarra e voce) e Leone Tiso (piano e synth). La ricerca musicale dei Fanoya è rivolta al synth-pop più moderno, in cui analogico e digitale si confondono, si mescolano, si intrecciano. La produzione artistica del disco di prossima uscita è stata curata dal team di Indigo Music: Fabio Rizzo (già al lavoro con Eugenio in Via Di Gioia, Dimartino, Carnesi) e Donato Di Trapani, nuovo tastierista di Paolo Nutini. Il mastering è affidato a Giovanni Versari (Muse, Thegiornalisti). Le grafiche sono di Valerio Bulla. Nomi, suoni e versi che già proiettano la band nei piani alti della scena musicale di oggi.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it