Tg Scuola - edizione del 22 marzo 2019

Tg Scuola – edizione del 22 marzo 2019

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Zerocalcare prof per un giorno
Felpa, scarpe da ginnastica e linguaggio genuino. Se non fosse per la differenza d’età, Zerocalcare si potrebbe quasi confondere con i trecento ragazzi delle scuole superiori che hanno visitato la sua mostra ‘Scavare fossati – nutrire coccodrilli’, allestita al Museo Maxxi di Roma. Un incontro realizzato nell’ambito del progetto ‘La città incantata’, promosso dalla Regione Lazio per avvicinare i giovani al mondo della letteratura disegnata, quella del fumetto. Dopo l’incontro con Sara Pichelli, disegnatrice di ‘Spider Man’, a salire in cattedra è stato Michele Rech, non solo un fumettista ma anche un narratore dei nostri tempi, che ha approfondito con i ragazzi le tecniche e i messaggi delle sue opere. Un dialogo senza filtri che ha fatto emergere tutta la fragilità e la rabbia di una generazione, quella degli anni ’90, cresciuta tra precariato e disillusione.

Studenti-atleti, sport e studio vanno d’accordo
Anche quest’anno il Miur ha portato avanti il programma sperimentale che coinvolge gli studenti-atleti di alto livello degli istituti di istruzione secondaria di secondo grado. Lo scopo è quello di implementare il sostegno alle scuole nella programmazione di azioni efficaci che permettano di promuovere concretamente il diritto allo studio e il successo formativo anche degli studenti che praticano un’attività sportiva agonistica di alto livello. Ecco l’intervista a Vittoria Marcelli, studentessa dell’Istituto Garibaldi di Roma e campionessa d Karate.

Clima, studenti disposti a ‘lasciare’ motorini
Dopo la protesta, i giovani passano ai fatti. In risposta alla provocazione lanciata da Vincenzo D’Anna, presidente dell’Ordine dei Biologi, gli studenti romani sarebbero disposti, per una settimana, a lasciare a casa i motorini e muoversi solo con mezzi pubblici o passaggi di amici e parenti. Intervenuto a Radio2 in riferimento alla manifestazione ‘Fridays for future’, D’Anna aveva ‘sfidato’ i ragazzi a fare qualcosa di concreto per ridurre l’inquinamento, come ad esempio rinunciare ai propri mezzi di trasporto per una settimana. E i giovani si dicono pronti a raccogliere la sfida.

Miur e Arma dei Carabinieri firmano protocollo d’intesa
Dopo anni di collaborazione ‘informale’ viene messa per la prima volta su carta la collaborazione tra ministero dell’Istruzione e Arma dei Carabinieri. È stato infatti firmato a Roma, nel Comando generale dell’Arma, dal ministro Marco Bussetti e dal comandante generale dell’Arma Giovanni Nistri, il protocollo d’intesa per “accrescere nei giovani la cultura della legalità e la consapevolezza dell’importanza della sicurezza, favorendo la conoscenza e il rispetto delle regole”. Obiettivo dell’intesa: educare gli studenti all’esercizio della democrazia, nei limiti e nel rispetto dei diritti inviolabili, dei doveri inderogabili e delle regole comuni condivise, quali membri della società civile, promuovendo al tempo stesso negli alunni la consapevolezza dei valori fondanti e dei princìpi ispiratori della Costituzione italiana per l’esercizio di una cittadinanza attiva a tutti i livelli del sistema sociale.


Dalle scuole:

Liceo Visconti e Istituto Magarotto di Roma
Il 3 aprile la giornata di studio ‘Diversi e uguali. Una scuola inclusiva per una società più giusta’.

Istituto Majorana di San Lazzaro
Gli studenti hanno incontrato, i segretari generali della FIOM, FIM, UILM e i delegati sindacali di alcune delle principali aziende bolognesi per parlare di diritti del lavoro.

Liceo Vico di Sulmona
L’aula multimedia della scuola è stata intitolata a Fabrizia Di Lorenzo, vittima dell’attentato di Berlino.

Istituto Giordano di Venafro
Gli studenti qualificati per la fase nazionale delle olimpiadi di Neuroscienze.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it