Giovani in campo per padre Puglisi

Giovani in campo per padre Puglisi

L'iniziativa di 'Altropallone' per la giornata internazionale ONU
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

MILANO – “Ancora insieme, partendo dalle periferie, per rieducare il paese tramite le nostre parole chiave: sport e memoria”. È il senso dell’iniziativa ‘Se ognuno fa qualcosa insieme agli altri?’, organizzata dall’associazione sportiva dilettantistica milanese ‘Altropallone’ insieme all’associazione antimafia Libera Milano, che si terrà il 5 aprile 2019 dalle 16 alle 20 presso l’oratorio del quartiere Gratosoglio a Milano.

Si tratta di un torneo di calcio realizzato nell’ambito di ‘Sport in the Block – Periferie resilienti’, un progetto di animazione territoriale e prevenzione del disagio giovanile attraverso lo sport curato da ‘Altropallone’, che coinvolgerà i ragazzi di un quartiere periferico e popolare del capoluogo lombardo.

L’evento rientra tra le centinaia di iniziative organizzate in tutto il mondo per l’international day of sport for development and peace (IDSDP), che si celebra ogni 6 aprile dal 2013, anno della sua introduzione da parte dell’assemblea generale dell’ONU.

Il torneo è dedicato alla memoria di don Pino Puglisi, il parroco di Brancaccio ucciso da Cosa nostra nel 1993. Per questo, alla fine delle partite, i ragazzi partecipanti incontreranno Rosaria Cascio, la suora amica e collaboratrice di padre Puglisi, da sempre impegnata nel campo della prevenzione del disagio giovanile.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it