Monica Contraffatto: "Lo sport è stata la mia luce in fondo al tunnel"

Monica Contraffatto: “Lo sport è stata la mia luce in fondo al tunnel”

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “Lo sport è stata la mia luce in fondo al tunnel, sul letto d’ospedale mi si è aperto un nuovo mondo. La cosa più bella che c’è nella vita è che se cadi ti puoi rialzare, sei tu a decidere di rialzarti quindi se l’ho fatto io lo possono fare tutti”. Cosi a diregiovani.it Monica Contraffatto, militare e atleta paralimpica che si è innamorata della corsa quando dal suo letto d’ospedale, dopo essere stata vittima di un attentato in Afghanistan, guardava le paralimpiadi.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it