Futura Genova, le buone pratiche esposte alla Future zone

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

GENOVA – Una ventina di istituti scolastici hanno esposto e raccontato ai visitatori nella Future zone la propria buona pratica di innovazione digitale. Diregiovani li ha incontrati tutti nei loro stand e si è fatta spiegare ogni progetto.

Scuola secondaria di primo grado ‘Fratelli Fernandez Diaz’ di Meina – istituto comprensivo ‘Del Vergante’ di Invorio (Novara)


ITIS ‘Euganeo’ di Este (Padova)


Istituto di istruzione superiore ‘Castigliano’ di Asti


Liceo scientifico ‘Scacchi’ di Bari


Liceo scientifico ‘Fermi’ di Aversa (Caserta)


Riccardo della scuola primaria ‘Marchegiani’ di San Benedetto del Tronto (Ancona)


Christian della scuola primaria ‘Marchegiani’ di San Benedetto del Tronto (Ancona)


Fabrizio Tozzi, maestro di musica e tecnologia, scuola primaria ‘Marchegiani’ di San Benedetto del Tronto (Ancona)


Liceo scientifico ‘Pacinotti’ di Cagliari


Liceo scientifico ‘Gallotta’ di Eboli (Salerno)


Istituto comprensivo ‘Pirandello-San Giovanni Bosco’ di Campobello di Mazara (Trapani)


Istituto d’istruzione superiore ‘Volta’ di Pescara


Scuola secondaria di primo grado ‘Gentile’ di Foligno (Perugia)


Liceo statale ‘Medi’ di Senigallia (Ancona)


Istituto di istruzione superiore ‘Europa’ di Pomigliano d’Arco (Napoli)


Istituto di istruzione superiore ‘Spagna’ di Spoleto (Perugia)


Istituto di istruzione superiore ‘Segni’ di Ozieri (Sassari)


Istituto comprensivo ‘don Milani’ di Caltanissetta 


Istituto di istruzione superiore ‘Rosatelli’ di Rieti

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

Autore: Redazione Diregiovani
Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it