Al Telesio di Cosenza la conferenza 'Cambridge school'

Al Telesio di Cosenza la conferenza ‘Cambridge international’

Riuniti gli istituti aderenti al progetto bilingue
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

COSENZA – Duecento tra docenti e dirigenti alla tre giorni organizzata da Cambridge assesment international school e dal network ‘La Rete’ presso il liceo Telesio di Cosenza. L’evento riunisce la comunità scolastica allo scopo di condividere buone pratiche, iniziative, idee e materiale informativo.

Sono 280 ad oggi le scuole che scelgono il nostro percorso, 4 anni fa erano 55– ha detto Alessandro Mencarelli, rappresentante Cambridge per le relazioni con le scuole in Italia- gli istituti scolastici scelgono sempre più il nostro metodo e questo principalmente per due ordini di motivi: abilità e competenze che non svilupperebbero nello studio in lingua madre, un approccio dinamico e pratico che allinea le competenze dei ragazzi a quelle dei coetanei europei“.

Ed è proprio sulle competenze e su come acquisirne di nuove che si concentra principalmente l’incontro al Telesio dal titolo’Global perspective’. Un appuntamento che si differenzia infatti dagli altri ‘syllabus’ di Cambridge international perché non lavora sui contenuti ma mira a far acquisire delle competenze come la capacità di lavorare in gruppo, strutturare un progetto e portarlo a termine con la redazione di report e presentazioni.

Per noi l’Italia è un paese molto importante, qui abbiamo raddoppiato il numero di partecipanti in tre anni, questo significa che sempre più studenti apprezzano il nostro metodo ma soprattutto sempre più ragazzi italiani si confrontano con i pari età europei nello svolgimento del nostro esame“, ha detto Zoe Neville Smith, manager area marketing di Cambridge international.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it