Cosmopolita e moderno, Yuman racconta il suo debutto

Cosmopolita e moderno, Yuman racconta il suo debutto

L'intervista
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Una voce potente che cattura fin dal primo ascolto. Ha tutte le carte in regola per arrivare tra i ‘grandi’, Yuman. Cantautore, ventitré anni appena e una vita piena di esperienze in giro per il mondo. Nato da mamma italiana e padre capoverdiano, è il più grande di tre fratelli e la sua vita, già parecchio complessa, lo ha costretto a crescere in fretta.

È così che nella musica trova un potentissimo luogo di conforto e la sua strada. Diregiovani lo ha intervistato per l’uscita del suo nuovo singolo, ‘Run’. Un’accattivante invito a correre e contrastare i problemi della vita con positività.

Il brano, uscito per Polydor/Universal Music, segue ‘Twelve’, primo singolo arrivato in vetta quasi subito in alcune delle playlist Spotify più seguite (Viral 50 Italy, Viral 50 Swiss) e in altissima rotazione nelle radio.

Yuman ha viaggiato tantissimo nel corso della sua vita, è stato a Londra, Berlino e poi è tornato a Roma dove ha incontrato il produttore e discografico Alberto Quartana di Leave Music, che ne riconosce il talento e propone i brani alla Universal. Scrittura in inglese e basi dal sapore internazionale fanno il resto. In futuro, magari arriveranno anche brani in italiano.

Presto uscirà un disco/EP. Nel frattempo, arriveranno altri singoli. La cosa certa è che Yuman è da tenere sotto il proprio radar. 

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it