Kickit, al market dello streetwear atteso il fotografo Estevan Oriol

Kickit, al market dello streetwear atteso il fotografo Estevan Oriol

L'evento è in programma il 5 maggio all'Atlantico
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Mancano ormai pochi giorni a Kickit, il market italiano dedicato alla moda di strada che si terrà il prossimo 5 maggio all’Atlantico di Roma. Tra gli ospiti più attesi, Estevan Oriol. Fotografo street, regista, autore del libro This is Los Angeles: lui è stato definito l’anello di congiunzione tra i fotografi che a New York, oltre quarant’anni fa, hanno raccontato gli inizi dell’hip hop e quelli che hanno cominciato a scattare immagini delle persone appassionate di quel genere.

L’hip hop, da cui l’urban culture prende spunto, nasce nel 1973 nelle strade del Bronx contagiando con la sua energia controcorrente non solo la musica, ma anche la danza, l’arte e la fotografia. Più di quarant’anni fa, quando il sogno hippie era ormai un ricordo, negli States si faceva spazio un nuovo ritmo e nei block party (feste di quartiere di cui ormai si è persa memoria) i giovani afroamericani di una New York divisa tra lotte razziali, sparatorie e rivalità tra gang, suonavano, ballavano e cantavano inventando il futuro. Kickit, lo street market dedicato all’urban culture e all’abbigliamento street, affonda le proprie radici proprio in questa cultura: è moda di strada e dalla strada nasce e prende ispirazione. A celebrare questa cultura all’evento capitolino, sarà il fotografo Oriol, che per più di vent’anni ha immortalato le diverse facce di Los Angeles: dalla realtà glamour di Hollywood a quelle piu’ difficili, come la controcultura delle gang. La sua presenza al Kickit sarà un’occasione unica per esplorare la città americana attraverso 200 pagine di fotografie e tornare a casa con una copia firmata direttamente dall’autore.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it