Pokémon: Detective Pikachu vince la sfida dei film tratti da videogame

Pokémon: Detective Pikachu vince la sfida dei film tratti da videogame

Avventura, azione, emozioni, straordinari combattimenti. Tutto questo vi aspetta al cinema dal 9 maggio
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Scroscio di applausi al termine della proiezione in anteprima a Cinecittà World di Pokémon: Detective Pikachu. Il live action, nei cinema italiani dal 9 maggio distribuito da Warner Bros, ha messo d’accordo sia adulti che piccoli spettatori, accorsi in massa per il grande evento cinematografico.

POKEMON DETECTIVE PIKACHU

Destreggiarsi in un franchise colossale come quello dei Pokémon è stata una grande prova per il regista Rob Letterman, che è riuscito a non banalizzare i punti chiave della serie.
Avventura, azione, emozioni e straordinari combattimenti sono stati curati nei minimi dettagli, rigorosamente in stile Pokémon.

Detective Pikachu è uno dei pochi titoli tratti da videogame a non deludere le aspettative, tutt’altro. Raccontare in un’ora e mezzo il vasto mondo dei Pokémon senza fare passi falsi è stata una bella impresa, dai risultati più che soddisfacenti.

Consigliata la visione?
Assolutamente sì, è un film da non perdere anche per i non-fan dei Pokémon.

Perle di curiosità:

Di tutti i Pokémon presenti in Detective Pikachu, quello a cui va data menzione d’onore (oltre al protagonista, ovviamente) è Psyduck, che ci regala un pieno di esilaranti siparietti. Un applauso anche per la simpatia di Mr Mime.

Ci sarebbe piaciuto un po’ più di spazio ad altri Pokèmon, come Eevee ad esempio. Speriamo in un secondo capitolo.

Tra le scene più belle del film, occhi aperti e mascella sbarrata per il combattimento tra Pikachu e Charizard: effetti speciali incredibili e alta fedeltà alle battaglie Pokémon.

Infine, ultima segnalazione per i dettagli da non perdere: sentire Pikachu cantare la sigla dei Pokémon non ha prezzo…

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it