Roma, via Puglie diventa una piazza, presentata pedonalizzione

Roma, via Puglie diventa una piazza, presentata pedonalizzazione

All'ic Regina Elena il progetto 'L'isola che non c'è'
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “Uno spazio che possa essere una piazza, un luogo sicuro per i ragazzi che vanno a scuola e un cortile esterno per gli istituti di Via delle Puglie”. Sabrina Alfonsi, presidente del I municipio di Roma, descrive così all’agenzia Dire il progetto ‘L’isola che non c’è’, presentato questa mattina nell’istituto comprensivo Regina Elena di Roma.

Un’iniziativa promossa fin dal 2007 e che ora finalmente giunge all’ultima tappa prima della delibera. Realizzato con il coinvolgimento degli istituti e della cittadinanza, con la collaborazione del dipartimento di Architettura dell’università La Sapienza di Roma, il progetto prevede la pedonalizzazione di via Puglie.

“L’obiettivo è di utilizzare gli spazzi pubblici al meglio- continua Sabrina Alfonsi- Questo è un quartiere che non ha piazze e luoghi di socializzazione, per cui la pedonalizzazione porterebbe molti vantaggi. Bloccato da un ricorso per un vizio di forma, oggi speriamo di riuscire a dare questa piazza alle scuole, alle città e a tutti quelli che lo vivono”, conclude la presidente del Municipio I, che vuole estendere l’iniziativa anche per Largo Agnesi e Via Bixio.

Ma la novità è stata la progettazione partecipata, come sottolinea la dirigente scolastica dell’istituto Regina Elena, Rossella Sonnino: “Sono stati coinvolti tutti, dagli esperti ai bambini, dagli amministratori locali ai genitori. I tecnici si sono messi a misura di bambino, sviluppando le idee dei ragazzi- spiega la dirigente alla Dire- che hanno disegnato un’isola che non c’è, uno spazio aperto che potesse accoglierli nelle loro attività”.

Pedonalizzazione, dunque, ma anche riqualificazione. Come evidenzia Linda Meleo, assessora alla Città in movimento, “le pedonalizzazioni sono un modo per dare un nuovo volto alla città, e anche se introdurre certi cambiamenti è difficile, progetti come questo danno segnali importanti. Il progetto- aggiunge- è in stato avanzato”.

Nel disegno architettonico, via delle Puglie assumerà la forma di una piazza con alberi e spazi rettangolari in legno, su cui studenti e cittadini potranno sedersi, studiare e vivere a pieno il quartiere. “La scuola è una rete di relazioni, è socialità e politica- continua la preside Sonnino- L’isola sarà un luogo in cui fare attività e coinvolgere tutte le persone della zona”.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it