Eventi e gazebo, a Roma il 'Villaggio per l'educazione ambientale'

Eventi e gazebo, a Roma il ‘Villaggio per l’educazione ambientale’

In piazza del Campidoglio presenti Raggi, Costa, Fico e tanti studenti
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Un mare di studenti ha riempito questa mattina piazza del Campidoglio, a Roma, per partecipare al primo ‘Villaggio per l’educazione ambientale’, un’iniziativa promossa dal ministero dell’Ambiente, in collaborazione con il ministero dell’Istruzione e il Comune di Roma. In piazza sei gazebo dedicati alla biodiversità, al mare e ai cambiamenti climatici gestiti con il supporto di Carabinieri del CUFA, Guardia Costiera, Ispra, Wwf, Legambiente, Lipu, Lav, Marevivo, alcuni parchi nazionali e Onlus hanno catturato l’attenzione dei presenti con attività mirate, laboratori e giochi anche per i più piccoli. Uno di questi spazi, gestito direttamente dalle scuole, è stato riservato alla presentazione delle attività dei Giornalisti nell’erba per l’educazione allo sviluppo sostenibile, e ai vincitori del progetto Miur “Olimpiadi nazionali di robotica”, con i tre robot di terra, acqua, aria.

Numerosi gli interventi istituzionali, dalla sindaca Virginia Raggi, in apertura di giornata, al presidente della Camera Roberto Fico, al viceministro dell’Istruzione Lorenzo Fioramonti, al ministro dell’Ambiente Sergio Costa, al sottosegretario all’Ambiente Salvatore Micillo, al Prefetto Silvana Riccio, segretario generale del ministero dell’Ambiente, al presidente Ispra Stefano Laporta. Tra gli ospiti dell’iniziativa anche la conduttrice Licia Colò e la vicepresidente Coni e campionessa olimpionica di windsurf Alessandra Sensini. Il ‘Villaggio per l’educazione ambientale’ si è chiuso alle 13 con la conferenza stampa di presentazione del premio riservato dal festival torinese “CinemAmbiente” ai migliori film realizzati dalle scuole.

“È una giornata importante ed emozionante- ha dichiarato il ministro dell’Ambiente Sergio Costa– l’entusiasmo e la partecipazione dei ragazzi presenti oggi ci dimostra che un nuovo modo di concepire il nostro stile di vita, mettendo al centro il rispetto per l’ambiente, adottando comportamenti sostenibili nella quotidianità, è oggi possibile ed è l’unica speranza che abbiamo per salvare il pianeta. Da rappresentante delle istituzioni come anche da privato cittadino, avverto forte questa urgenza, e consapevole che ogni rivoluzione non può che partire dai piccoli gesti quotidiani, credo sia importante promuovere il più possibile, nelle scuole di ogni ordine e grado, l’educazione ambientale”. “Soltanto qualche mese fa abbiamo firmato con il Miur il Protocollo che ha destinato 1,3 milioni all’educazione ambientale nelle scuole. Continueremo a premiare le buone pratiche, a incentivare i progetti meritevoli e posso anche annunciare- ha concluso il ministro- di aver avviato l’iter per l’istituzione di una giornata nazionale dedicata all’educazione ambientale”.

Raggi agli studenti: Siate protagonisti del cambiamento

“Oggi si parla di ambiente, che è tutto ciò che ci circonda. Questo è un tema che negli ultimi anni avete imparato a conoscere anche grazie a una ragazzina che sta girando il mondo che si chiama Greta. Lei riesce a parlare con voi su temi come la sostenibilità, che hanno una rilevanza mondiale”. Ognuno di noi- ha aggiunto Raggi- può scegliere di usare comportamenti per inquinare meno. Possiamo scegliere di usare una borraccia al posto della bottiglia di plastica per l’acqua, o scegliere di acquistare il cibo sfuso invece che al mercato. Personalmente preferisco il mercato al supermercato. Vi chiedo quindi si essere curiosi riguardo a temi che sembrano complessi ma sono semplici. Cercate su internet le buone pratiche e salvate il vostro futuro e siate protagonisti del cambiamento”.

Fico: Organizziamo nostra vita non producendo rifiuti

Quello ambientale “è un tema centrale e la sindaca Raggi su queste tematiche c’è sempre. È una tematica così fondamentale che prende la vita e il futuro di tutti noi. Per questo vedere così tanti ragazzi in tutte le piazze del mondo mi ha riempito il cuore”. Così il presidente della Camera, Roberto Fico, parlando ai giovani radunati in Piazza del Campidoglio. Il presidente ha voluto sottolineare: “Se le nuove generazioni affermano che l’ambiente è fondamentale sono felice. La contemporaneità di manifestazioni in tutto mondo è un fatto ancora più importante perché l’inquinamento non ha confini. Siamo un mondo connesso e da questo dobbiamo capire che bisogna dare soluzioni globali ad un problema globale. Per questo i comportamenti personali sono importanti. Dobbiamo organizzare la nostra vita pensando di non produrre rifiuti”. Dunque “dobbiamo fare scelte consapevoli, per costruire un futuro migliore e potersi difendersi da chi vuole distruggere questo futuro migliore. Attaccare l’ambiente è come attaccare noi stessi”, ha concluso Fico.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it