Les (Art)ists, tutto quello che c'è da sapere sull’icona streetwear

Les (Art)ists, tutto quello che c’è da sapere sull’icona streetwear

Ma cosa li ha resi un’icona dello streetwear? La risposta di Draftin' Mag
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Scherzoso, swag e geniale. Queste sono solo alcune delle caratteristiche che  fanno parte del DNA di Les (Art)ists, un brand indipendente, con una storia molto particolare e, ad oggi, è un marchio affermato, venduto da molti negozi, come La Rinascente.

Les (Art)ists, un’icona dello streetwear

Nasce nel 2012 a Parigi da un’idea “scherzosa” di un gruppo di ragazzi che hanno scelto di unire il classico mood dello sportswear americano, riprendendo l’idea delle magliette oversize da quelle di Football Americano, con un taste tipicamente francese.

Ma cosa li ha resi un’icona dello streetwear che ha portato a diverse collaborazioni anche con marchi importanti e datati come K-way? L’idea che c’è dietro al nome stesso del brand: al posto dei nomi dei giocatori di football con i corrispettivi numeri sul retro della maglietta, questo gruppo di ragazzi ha sostituito i nomi di vari stilisti del mondo della moda con l’anno di nascita, come se fossero tutti componenti di una singola squadra. 

L’idea è geniale, stampata su un tessuto 100% cotone “Made in Tunisia”, fresco e leggero al tatto:  la genialità sta nel fatto di poter dare l’idea a un possibile compratore che non si può permettere outfit di altissimo livello dei grandi stilisti, come quelli che vengono stampati, di indossare qualcosa di effettivamente firmato e griffato.  

Se inizialmente l’idea era quella di usare nomi di grandi stilisti, questa si è spostata anche ad altri tipi di stampe e campi artistici, racchiudendo arte, musica e moda sotto lo stesso nome: “Les (Art)ists”. Rimangono iconiche le magliette della Hip-Hop Capsule Collection, con la stampa, per la prima stagione, ad esempio, di Tupac , stampata sulla maglietta rigorosamente nera, prendendo la sua foto più famosa e rappresentativa. Per la seconda stagione, invece, il rimando principale alla cultura hip-hop è dato dalla maglietta con la stampa di Snoop Dogg e Biggie.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it