"Melvina": il graphic novel d'esordio di Rachele Aragno

“Melvina”: il graphic novel d’esordio di Rachele Aragno

Presto fuori per BAO Publishing, il romanzo grafico è la fiaba di una ragazzina che ha fretta di crescere, in un mondo fantastico dipinto ad acquerello
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Roma – C’è il rischio di perdere qualcosa quando si ha fretta di crescere? Il primo romanzo grafico di Rachele Aragno parla proprio di questo. Melvina, questo il titolo del  lavoro fuori per BAO Publishing dal 13 giugno, è una fiaba degna di Lewis Carroll, narrata con una voce allo stesso tempo fanciullesca e saggia. Un volume interamente dipinto all’acquerello, piena espressione dello stile sorprendente dell’autrice. Rachele Aragno racconta di una ragazzina che dall’infanzia si affaccia all’adolescenza e non vede l’ora di diventare grande, perché è convinta che finalmente la sua voce verrà ascoltata. Non si aspetta di venire catapultata nel mondo di Aldiqua, dove i bizzarri abitanti la aspettano da sempre per sovvertire un malvagio incantesimo.

Melvina vorrebbe tanto essere già grande, per prendere decisioni per se stessa e liberarsi dalle preoccupazioni dei suoi genitori. Sembra che gli adulti non stiano a sentire i bambini, ma si possono davvero accelerare i tempi e decidere di crescere in fretta? Un giorno, Melvina cade nella finestra di Otto, un signore che custodisce un segreto doloroso, e le rivela che il suo destino è salvare il mondo parallelo di Aldiquada un sortilegio. La ricerca di un amuleto magico nel regno popolato di animali fantastici, farà scoprire a questa ragazzina generosa e determinata l’importanza di darsi tempo e decidere ascoltando il cuore.
Rachele Aragno sarà ospite allo stand BAO Publishing al prossimo festival ARF! a Roma dal 24 al 26 maggio 2019, dove incontrerà i lettori per firmacopie.
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it