Da molto tempo ormai mi sento triste, sola e senza futuro…

Salve, da molto tempo ormai mi sento triste, sola e senza futuro. Sono sigle da quasi 2 anni, è stata una storia tormentata, burrascosa, ma non è questo il problema, che ormai è stato ampiamente superato. Il problema è che sono sola, non ho amici, tranne quando vado in università, non ho un ragazzo, non ho nessuno da amare. Ho relazioni occasionali perchè mi piace tanto il sesso e non riesco a farne a meno. Qualche giorno fa sono andata a letto con un mio amico e ora continuo a pensarci. Non che provi qualcosa per lui o che mi sia piaciuto chissà quanto, ma mi dà fastidio il fatto che non mi viene a cercare per chiedermi di vederci ancora. Non so come, ma quando vado a letto con un ragazzo poi mi lego a lui. Forse perchè penso che, andandoci a letto, questa persona si possa innamorare di me e così amarmi, ma non succede mai. Sono disperata: continuo a ripetermi che non è andando a letto con qualcuno che lo faccio innamorare di me, ma puntualmente continuo a sbagliare. Vorrei solo qualcuno da amare, qualcuno che mi faccia dimenticare tutte le cose brutte che ho passato. Ma credo che ormai sia tardi, continuo a pensare che resterò per sempre da sola.

Lara, 23 anni


Cara Lara,
dalle tue parole si percepisce un profondo senso di solitudine che descrivi molto bene, infatti emerge una buona consapevolezza di ciò che ti caratterizza e ti fa stare male. Sei riuscita in poche righe a fare una chiara fotografia di ciò che ti tormenta e speriamo che questo spazio possa essere per te un punto di inizio nel quale mettere in moto delle riflessioni.  Innanzitutto la solitudine che vivi sembra accompagnata da un basso umore che porta a vederti come dici tu “senza futuro” sia nelle relazioni che su un piano personale. Sai, periodi bui possono capitare, l’importante è che abbiano una fine e che si possa ad un certo punto intravedere un raggio di luce. Scrivi di avere relazioni occasionali, ma se già rifletti sul senso di questi incontri forse devi mettere in conto che non necessariamente hanno un prosieguo se l’intento di ognuno è quello di una soddisfazione sul piano sessuale e quindi è difficile che l’altro si leghi a te in maniera più profonda. L’incontro deve avvenire a più livelli, innanzitutto a livello emotivo: se manca questo, gli incontri rischiano di rimanere scarni e privi di contenuto affettivo. Tu stessa riconosci che i rapporti sessuali non sono un buon mezzo per incontrare in maniera autentica e profonda una persona, però allo stesso tempo resti delusa se non vieni cercata. Forse è importante che tu capisca davvero cosa desideri da una persona, dove è finita la tua parte affettiva? La solitudine ti sta portando a viverti le relazioni centrate sul sesso, ma forse nel profondo desideri altro. E allora cerca di spostare il tuo assetto interno, rispolvera le tue parti emotive, vedrai che le altre persone potranno apprezzarti per delle qualità che non appartengono alla sfera sessuale, ma a qualcosa di più profondo, alla tua essenza. Per essere cercata devi anche dare modo all’altra persona di conoscerti, allo stesso tempo però devi darti la possibilità di scegliere chi incontrare, riflettendo su cosa può piacerti in un ragazzo. La sessualità è sicuramente una parte importante all’interno di una coppia, ma non deve essere il primo passo da compiere. Dai spazio ad altro e vedrai che qualcosa si metterà in moto dentro di te.
Le relazioni richiedono impegno, vanno nutrite e se il contesto universitario è al momento l’unico dove riesci ad intessere dei legami, parti proprio da lì per fare nuove amicizie. 
Speriamo di averti dato degli spunti su cui riflettere e se vorrai tornare a scriverci per farci sapere come sta proseguendo, noi siamo qui.

Un caro saluto!

4 Giugno 2019