All'istituto 'Maggia' di Stresa premiati giovani talenti gastronomia

All’istituto ‘Maggia’ di Stresa premiati giovani talenti gastronomia

L'iniziativa in collaborazione con l'associazione 'Jeunes Restaurateurs d'Europe-sezione Italia'
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

MALANO – Sempre di più le persone cercano vere e complesse esperienze culinarie, dove non conta più solo la bravura dello chef e della sua brigata, come si dice in gergo, ma dove anche il servizio di sala gioca un ruolo fondamentale. Ne sono consapevoli all’istituto alberghiero ‘Maggia’ di Stresa, che dal 2013 ha stretto una partnership con l’associazione dei ‘Jeunes Restaurateurs d’Europe-sezione Italia’, che riunisce giovani chef dell’alta cucina e premia gli alunni più meritevoli delle classi quinte mettendo in palio borse di studio e di lavoro.

Questa settimana sono stati decretati i vincitori di ‘Discover Talent’, la selezione dei talenti della cucina e della sala realizzata presso la scuola alberghiera di Stresa in collaborazione con l’associazione JRE. Degli otto studenti di quinta dell’indirizzo enogastronomico e dei sei dell’indirizzo sala e vendita, sono tre i vincitori che avranno la possibilità di lavorare a contatto con grandi chef e maître.

La giuria ha scelto di premiare due ragazzi ex aequo per l’indirizzo di cucina: Lorenzo Zanni e Martina Di Stefano. Entrambi otterranno un contratto di lavoro della durata di sei mesi presso una struttura collegata ai JRE. Il vincitore per l’indirizzo di sala e vendita è invece Marco Consonni che riceverà l’iscrizione di un anno a ‘Intrecci’, esclusiva scuola di alta formazione di sala fondata dalla famiglia Cotarella.

Nella prima parte della selezione tenutasi a maggio, gli studenti di sala hanno dovuto cimentarsi in diversi tipi di prova: la mise en place, il servizio del vino, la presentazione del menù e la realizzazione di un cocktail a partire da un paniere di prodotti proposto dalla giuria. I giovani cuochi, invece, hanno dovuto preparare un piatto e nove assaggi utilizzando gli ingredienti proposti, all’insegna di una cucina povera e del riciclo (costine di maiale, teste di gambero e ali di pollo).

La giornata della premiazione invece è stata allietata da un pranzo nella sala ristorante della scuola, preparato e servito dagli studenti con il coordinamento dei loro professori e con la partecipazione dello chef JRE Federico Beretta, che ha firmato il dolce. La partnership della scuola alberghiera con i JRE si concretizza in un percorso di formazione della durata di due anni: una serie di lezioni rivolte a tutti gli studenti di quarta e quinta dei due indirizzi di sala e cucina.

Il percorso prevede anche che gli alunni più meritevoli possano fare la loro esperienza di alternanza scuola-lavoro all’interno di alcune strutture dei JRE. Al termine dei due anni gli alunni del ‘Maggia’ ricevono un certificato con firma congiunta della scuola e dei JRE, che si aggiunge al diploma di maturità. Un riconoscimento importante per chi vuole entrare nel mondo dell’enogastronomia. 

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it