Vibo Valentia, il nuovo prefetto al convitto Filangieri

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA – Un’agorà di licei artistici, un tour attraverso la mostra fotografica dedicata alla memoria di Falcone e Borsellino e un momento di confronto con gli studenti del convitto nazionale ‘Gaetano Filangieri’. È così che il nuovo Prefetto di Vibo Valentia, Francesco Zito, ha deciso di trascorrere il primo giorno del suo insediamento, partendo dai ragazzi del territorio.

Accolto dal rettore Alberto Capria, dai presidenti delle Consulte provinciali e dalla loro responsabile, Franca Falduto, il prefetto Zito, accompagnato dal vicario Eugenio Pitaro, ha accolto l’invito a partecipare alla manifestazione conclusiva del progetto: ‘Cps: Custodiamo patrimoni straordinari’. Dopo aver assistito all’agorà dei licei artistici della regione, Zito è stato accompagnato dagli studenti attraverso la mostra fotografica itinerante dedicata alla memoria di Giovanni Falcone e Paolo Borsellino, ospitata nel chiostro seicentesco del convitto Filangieri.

I ragazzi, gli stessi che il 23 maggio hanno partecipato alle celebrazioni in ricordo della strage di Capaci a Palermo, hanno riportato le loro impressioni al Prefetto, dimostrando di aver capito il senso di un percorso fotografico finalizzato a far conoscere la storia dei due giudici, emblema dei valori della legalità e della lotta alla criminalità organizzata. La visita si è conclusa con l’esecuzione dell’Inno d’Italia da parte del coro degli alunni del Convitto Filangieri.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

Autore: Redazione Diregiovani
Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it