Ogni volta che vedo quel film mi prende un’angoscia forte…

Buonasera,
sono una ragazza di 15 anni che ultimamente si sente sola, non capita e malinconica. Inizierei dal fatto che circa un giorno fa ho iniziato a guardare un film un pò crime, un pò psicologico ma da alcuni punti di vista, carino. Parla di due fratelli che da piccoli hanno subito un trauma, ovvero la morte del padre, assassinato da un ex carcerato. Il fratello minore, chiamato prima più volte dal padre “mostro” per alcune azioni orribili che faceva, è scappato e dopo anni si sono ritrovati a lavorare in uno stesso ambito, ma il fratello minore diventa un serial killer. Il problema è che, ogni volta che lo vedo, mi prende un’angoscia forte, collego alcuni episodi o scene a due avvenimenti che mi hanno segnato tanto, ovvero mio padre che se ne è andato di casa 10 anni fa e mia nonna che è morta 1 anno fa e inizio a piangere sia per l’angoscia mentale del film (soprattutto), sia per quegli avvenimenti che il film mi ha ricordato. Ora vorrei capire…perché questo film psicologico con personaggi psicopatici, matti o serial killer, dove non fanno vedere solo sangue o cose che ricordano un giallo, ma mette tanta di quell’angoscia che se si pensa ad un bambino di 5 anni che fa, appunto, quelle azioni brutte nel film si diventa matti, mi ha smosso così tanto “psicologicamente o mentalmente”?

Anonima, 15 anni


Cara Anonima,
la visione dei film come anche la lettura dei libri possono andare a smuovere delle nostre parti profonde, sorprendendoci delle reazioni emotive che possono generare. Episodi più o meno banali o che non attirano particolarmente la nostra attenzione possono avere un grande impatto nel nostro mondo interno, andando a toccare probabilmente dei tasti dolenti che appartengono alla nostra storia personale. Tu stessa nella descrizione del film fai dei collegamenti con delle vicende dolorose della tua vita, contenuti emotivi forti che forse si sono rispolverati con la visione del film. Ti senti particolarmente “smossa” da questo film, e questo come ti abbiamo detto fa pensare al fatto che le vicende del film abbiano trovato una sorta di incastro quegli aspetti tuoi profondi forse non ancora elaborati e digeriti. Ma
vorremmo anche capire come mai da un anno continui a rivederlo se ti provoca così tanta angoscia… Cosa ti spinge a vederlo?
Sai, ognuno ha la propria storia di vita fatta di avvenimenti positivi e negativi che si possono riattivare in tantissime situazioni quando meno ce l’aspettiamo. Ciò che possiamo fare è innanzitutto fermarci a riflettere, proprio come hai fatto tu, su che cosa stanno smuovendo e il significato di quello che proviamo. L’angoscia è sicuramente una sensazione forte, destabilizzante e può spaventare, ma se si riesce a darle un senso può essere più gestibile. Forse la morte di tua nonna e la “perdita” di tuo padre che è andato via di casa rappresentano per te delle corde ancora molto dolenti che vibrano quando vengono toccate.  Hai mai provato a parlarne con una persona di cui ti fidi? Spesso si è restii a toccare argomenti dolorosi proprio perchè faticosi da affrontare, ma forse questo film ti sta dando l’opportunità di guardarti dentro e rivedere queste “cose” della tua vita che hanno bisogno di essere elaborate e sistemate. 
Prova a riflettere su quanto detto fin qui e se vorrai tornare a scriverci per farci sapere cosa ne pensi, noi siamo qui.
Un caro saluto!

11 Giugno 2019