Maturità, Grasso: "Dalla Chiesa modello per i giovani"

Maturità, Grasso: “Dalla Chiesa modello per i giovani”

L'ex magistrato commenta la traccia della maturità
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “Sono rimasto positivamente stupito per la scelta, e credo che in un momento di passaggio come l’esame di maturità, sia bello poter scegliere di ricordare, raccontare e approfondire una figura come quella del generale Dalla Chiesa”. Pietro Gasso, ex magistrato e politico italiano, commenta la scelta del Miur di inserire tra le tracce della maturità 2019 il ricordo del generale Dalla Chiesa.

“È una pagina importante della storia del Paese, un grande italiano che va ricordato non solo per il suo tragico omicidio ma soprattutto per la sua straordinaria opera al servizio del Paese, e mi sembra che il brano proposto sintetizzi bene la sua vita”, aggiunge Grasso. “Dalle ragazze e dai ragazzi mi aspetto sempre molto- prosegue l’ex magistrato- perché riescono in ogni occasione a smentire i più triti luoghi comuni e ad aprire spazi di originalità e di profondità inaspettati. Mi capita spesso di raccontare loro le storie dei caduti per mano mafiosa e la loro reazione è sempre commovente e sorprendente. Questi fatti, cosi’ tragici e per me così vicini, sono accaduti molti anni prima della loro nascita: il nostro dovere è tenerli vivi nella loro coscienza, con la consapevolezza che sapranno farne tesoro”.

Secondo i primi dati la traccia è tra le più scelte dagli studenti, secondo Grasso perché “i ragazzi hanno bisogno di modelli, di esempi, e Dalla Chiesa e’ uno di questi”. Meglio non definirlo eroe, però, altrimenti “difficilmente un giovane potrà pensare di imitarlo o di prenderlo a modello: gli eroi hanno i superpoteri, le grandi figure di cui parliamo invece sono esattamente come tutti noi- continua Grasso- ma hanno avuto coraggio, passione, impegno, integrità e slancio etico. E queste possono essere qualità di ciascuno dei giovani oggi sui banchi”.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it