Maturità, a Milano studenti del 'Virgilio' divisi su seconda prova

Maturità, a Milano studenti del ‘Virgilio’ divisi su seconda prova

La novità dell'orale preoccupa tutti
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

MILANO – Oggi il clima fuori dal liceo ‘Virgilio’ di Milano appare teso. In questa giornata di seconda prova di maturità, la leggerezza di ieri per aver superato il primo step dell’esame finale lascia il posto alla stanchezza e soprattutto alla preoccupazione per l’orale.

Gli studenti dei quattro indirizzi del liceo (classico, scientifico, linguistico e scienze umane), che a scaglioni escono da scuola, si dividono tra chi è soddisfatto per i documenti proposti o le materie uscite e chi invece è impensierito dall’esito di questa seconda prova, giudicata complicata e lunga.

Ma tutti risultano accomunati dall’agitazione per la grande incognita dell’orale: le buste, la sensazione che nemmeno i professori sappiano esattamente cosa fare, e poi la difficoltà di immaginare come la commissione chiederà loro di parlare dell’alternanza scuola-lavoro e di ‘cittadinanza e Costituzione’, attività quest’ultima che alcuni dicono di non avere fatto. “Si spera”, sospira una ragazza ai microfoni di diregiovani.it. Una chiosa che sembrerebbe sintetizzare il pensiero collettivo.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it