Lorenzo, studente-atleta: "Sogno le Olimpiadi di Tokyo 2020"

Lorenzo, studente-atleta: “Sogno le Olimpiadi di Tokyo 2020”

Il velocista 17enne del liceo Morgagni di Roma ha vinto i mondiali U20 e l'Europeo U18
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “Vorrei partecipare alle Olimpiadi di Tokyo 2020, ma quello è più un sogno che altro perché la storia è ancora lunga. Intanto, l’anno scorso, ho vinto i campionati europei under 18 nei 400 metri in Ungheria, e il mondiale under 20 nella staffetta 4×400 in Finlandia”. Lorenzo Benati è nato a Roma 17 anni fa e ha finito il quarto anno del liceo scientifico G.B. Morgagni. È un velocista di atletica leggera e gareggia per la società Atletica Roma Acquacetosa e per l’Italia.

Ha iniziato il 2018 diventando il quindicenne italiano più veloce di sempre al primo anno di categoria nelle gare indoor (21”79 sui 200 metri e 49”24 sui 400), poi anche nei 400 all’aperto, fino ad arrivare all’esaltante Europeo di Gyor (oro con primato italiano di 46”85 tolto a Edoardo Scotti) e alla convocazione per i Mondiali, dove ha corso in batteria con il gruppo della 4×400 che ha vinto il titolo iridato.

“Sono tre anni che usufruisco del progetto studenti-atleti di alto livello del Miur che mi permette di avere le assenze giustificate per motivi sportivi, soprattutto così non perdo le gare importanti che di solito necessitano di lunghe trasferte. E poi posso gestirmi meglio con le interrogazioni perché sono programmate. I compagni di classe- ha proseguito Lorenzo Benati- sono molto entusiasti della mia attività, e le gare più importanti le seguono, mi fanno i complimenti e qualche volta mi danno dei giudizi tecnici sulle mie prestazioni”.

L’idolo di Lorenzo Benati è il norvegese Karsten Warholm che ha vinto la medaglia d’oro nei 400 metri ostacoli ai Mondiali di Londra 2017. Inoltre, ama la musica e suona il pianoforte, gli piace cucinare ed e’ appassionato del genere fantasy.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it