Altaroma. SHOWCASE, tre domande a Luisa Tratzi

Altaroma. SHOWCASE, tre domande a Luisa Tratzi

A tu per tu con i brand indipendenti. I designer in cartellone nella settimana della moda romana rispondono ai microfoni di Diregiovani
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Roma – Showcase è lo spazio che Altaroma dedica ai brand emergenti e indipendenti. Un progetto rigorosamente made in italy che vede il supporto del Ministero per lo Sviluppo Economico. Sono 70 i designer che ogni giorno, a rotazione, espongono le loro collezioni. Un’opportunità per dare visibilità ai nuovi talenti del fashion e metterli in contatto con stampa e buyer.  

Abbiamo incontrato alcuni di loro per fargli tre domande:

  • “Come sei arrivato/a qui”
  • “Cosa vuol dire esserci”
  • “Cosa mi aspetto da questa giornata”

Il brand Luisa Tratzi nasce nel 2013 con lʼintento di creare nuovi oggetti del desiderio. Un progetto nato in punta di piedi che racconta l’amore per il bello 100% made in Italy e la passione per la progettazione di ogni scarpa come un pezzo di design. Le calzature del marchio combinano alte competenze manifatturiere, maestria artigianale, ricerca tecnologica e innovazione estetica. La collezione “Mediterranean Sound” trae ispirazione dall’architettura e dalla natura. I modelli sono ideati partendo dall’ispirazione grafica di opere come il Design Museum Holon di Ron Arad e dai colori della costiera amalfitana. Nelle calzature della collezione primavera/estate è evidente la predilezione per le linee sinuose, per gli intrecci che abbracciano il piede, per i tagli asimmetrici.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it