Napoli, partita la Summer School della Dire al liceo Umberto I

Napoli, partita la Summer School della Dire al liceo Umberto I

Cinque giorni su giornalismo e ambiente
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

NAPOLI – “Il ruolo del giornalismo è fondamentale. Misurarvi con il linguaggio dell’informazione vi dà la possibilità di scoprire un mestiere fatto di curiosità e passione”, con queste parole Nicola Perrone, direttore dell’agenzia di stampa Dire ha inaugurato la Summer School a Napoli. I corsisti si confronteranno con uno dei temi fondamentali e più discussi degli ultimi anni: l’ambiente e la sua narrazione da parte dei principali mass media.

“Il tema scelto quest’anno è cruciale. È all’attenzione di questa amministrazione e quindi siamo contenti di offrire di nuovo il nostro supporto alla Summer School della Dire, oltre al patrocinio per il progetto la scuola fa notizia”, ha detto Luigi Felaco, consigliere comunale e presidente della commissione scuola del comune di Napoli.

A dare il saluto ai ragazzi anche il consigliere d’istituto dell’Umberto I Luca Stoelcker. Il primo giorno di Summer School è entrato nel vivo con l’intervento di Amalia de Simone del Corriere della Sera che ha raccontato e spiegato ai ragazzi il metodo dell’inchiesta.

“Iniziative come questa sono importanti perché in questo modo i ragazzi possono acquisire gli strumenti necessari per informarsi e soprattutto per scegliere la buona informazione- ha detto a margine dell’intervento de Simone- Gli strumenti del giornalismo li aiuteranno a comprendere, quello dell’inchiesta è uno di questi”.

Appuntamento dunque a domani con il laboratorio di fotografia e l’esercitazione in esterna sul lungomare che dopo la recente ordinanza sindacale è stato liberato non solo dalle auto ma anche dalla plastica.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it