Itis 'Bosco Lucarelli' di Benevento terza migliore startup europea

Itis ‘Bosco Lucarelli’ di Benevento terza migliore startup europea

Dopo Turchia e Estonia, medaglia di bronzo per l'Italia alla Junior Achievement
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

MILANO – Da Benevento a Lille passando per Milano. Un anno di lavoro intenso per gli studenti dell’istituto tecnico ‘Bosco Lucarelli’ di Benevento che con la loro startup ‘Farm animal trade’ hanno vinto il terzo posto della ‘Junior Achievement Europe Company of the Year Competition’. Fra più di 200 studenti da oltre 40 scuole di tutta Europa, la finale europea del programma di educazione imprenditoriale si è svolta nel contesto del ‘2nd European Entrepreneurship Education Summit’ che ha riunito esperti, responsabili delle politiche educative UE e nazionali, funzionari governativi, educatori, rappresentanti di imprese e ONG, per sottolineare la necessità di aumentare la quantità, la qualità e l’impatto dell’educazione all’imprenditorialità in Europa nei prossimi anni. D

opo essere stata selezionata tra 700 proposte come migliore mini-impresa italiana, ‘Farm animal trade’ ha convinto la giuria internazionale per aver creato un progetto ben strutturato, in grado di risolvere in modo semplice una necessita’ molto concreta, propria del territorio di provenienza degli studenti del ‘Bosco Lucarelli’, ma anche di molte altre aree rurali, italiane e non: si tratta di un marketplace per la compravendita di animali da allevamento che garantisce la tracciabilità dell’origine dei capi, riducendo i costi e con una forte scalabilità.

“L’esperienza della finale di Lille è stata il riassunto delle attività e della magnifica esperienza di tutto il programma di educazione imprenditoriale offerto da Junior Achievement: un’opportunità che non tutti hanno a disposizione- ha dichiarato Alessio Marotta, amministratore delegato di ‘Farm animal trade’- Ritrovarsi a farne parte è di certo una grande emozione, da cui ripartire con la propria mini-impresa e con il proprio team. Questi tre giorni sono stati un confronto con le altre startup non solo dal punto di vista dell’organizzazione dell’impresa, ma anche da un punto di vista sociale: conoscere e misurarsi con ragazzi provenienti da tutta Europa e con le loro tradizioni è stato un contesto che ci ha aiutato a crescere”.

“Abbiamo vissuto un’esperienza unica- ha commentato Carlo Mazzone, il professore che ha accompagnato gli studenti del ‘Bosco Lucarelli’ in tutto il percorso didattico con Junior Achievement- L’intero percorso che ci ha portato a Lille è stata un’avventura ricchissima nella quale ho visto lo specchio di quello che la scuola dovrebbe sempre essere: una palestra di vita e di competenze. In Francia, avere l’onore di rappresentare la nostra Italia ed essere premiati tra le tre migliori imprese europee è stato un evento profondamente toccante”.

“Non potremmo essere più orgogliosi di questi ragazzi che, con un progetto in grado di portare una soluzione concreta a una problematica del proprio territorio, hanno sostenuto il confronto con una giuria internazionale e con tanti altri progetti di valore presentati da studenti di tutta Europa – ha dichiarato Antonio Perdichizzi, Presidente di Junior Achievement Italia. – Hanno affrontato questa sfida, sostenendo inoltre un pitch in lingua straniera, con entusiasmo e grande determinazione, facendo tesoro delle competenze trasversali, oltre che economiche, acquisite nel corso dell’anno. Auguriamo a questi giovani imprenditori di proseguire nel loro percorso di studi con la stessa passione e impegno”, ha concluso Perdichizzi. 

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it