Catania, conclusa l'ultima tappa della Summer School della Dire

Catania, conclusa l’ultima tappa della Summer School della Dire

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

CATANIA – Si è appena concluso il percorso formativo dei partecipanti alla Summer School Dire di Catania. Gli studenti siciliani e calabresi hanno trascorso la quinta ed ultima giornata dedicata al mondo dell’informazione e della comunicazione riuniti nell’aula di fisica del liceo scientifico ‘Galilei’ tra lezioni teoriche ed attività laboratoriali. La libertà d’informazione e i suoi limiti, il rispetto della privacy e la tutela dei minori, la deontologia del giornalista, l’etica del dubbio, la fondatezza e l’attendibilità delle fonti sono stati parte degli argomenti trattati.

“Non avevo mai pensato che un giornalista- dice Federica- debba prestare particolare attenzione al rispetto delle regole per la tutela di determinate categorie di persone e che, in caso contrario, possa rischiare sanzioni e l’espulsione dall’albo della categoria”. Rosanna e Alessandro, invece, si stupiscono che certi giornali pubblichino articoli contrari al principio del rispetto della dignità e dell’uguaglianza: “Tuttavia, se vengono scritti articoli offensivi- commenta Rosanna- è perché c’è chi li legge”.

I ragazzi hanno lavorato alla realizzazione degli articoli, delle interviste ed al montaggio delle riprese video realizzati durante la cinque giorni di Summer School. “In questi giorni- racconta Alice- mi ha molto incuriosito l’incontro con Gaetano Perricone. Ho visto nei suoi occhi la passione per il proprio lavoro. Dopo tanti anni di esperienza, continua ad approcciarsi in modo umile e critico alla notizia. Mi ha dato l’idea di come potrei avvicinarmi in futuro al giornalismo e mi ha fatto acquistare più fiducia in me stessa e verso la nostra generazione. Perricone ha detto che gli adulti hanno da imparare anche dai giovani e noi ragazzi siamo desiderosi di apprendere e di essere informati”.

Ad Andrea è piaciuta l’esterna alla redazione di Radio Zammù: “Mi attira il mondo della radio, un canale di informazione e di comunicazione più vicino a noi ragazzi”. Le produzioni svolte dai ragazzi durante il corso di giornalismo a loro dedicato, saranno pubblicate sulla piattaforma on ine ‘La scuola fa notizia’. 

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it