Sempre più giovani si avvicinano allo sport delle bocce

Sempre più giovani si avvicinano allo sport delle bocce

Coinvolti numerosi istituti scolastici con il progetto 'Bocciando si impara'
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “Sono estremamente soddisfatto del progetto ‘Bocciando si impara’ che ha riscosso un notevole successo in tutta Italia coinvolgendo alunne e alunni di numerosissimi istituti scolastici”. A fare il punto della situazione sulle iniziative della Federazione italiana bocce (Fib), per avvicinare sempre più giovani a questo sport, è il consigliere Maurizio Andreoli, referente della ‘Raffa’ (una delle specialità delle bocce), del comitato tecnico giovanile unitario.

“La stagione appena trascorsa ha registrato un incremento delle gare nazionali juniores e abbiamo avuto quattro competizioni in più rispetto allo scorso anno- ha dichiarato Maurizio Andreoli- ma il dato più importante è l’aumento dei tesserati juniores. Ciò si è tradotto in una maggiore partecipazione alle manifestazioni. L’impegno della Fib per promuovere l’accesso degli juniores sarà sempre crescente e, in futuro, aumenteranno i momenti di coinvolgimento tra juniores e seniores, come accaduto in occasione della ‘Regional Cup’. Positiva, inoltre, l’introduzione del campionato italiano a squadre juniores. Quindici le società che hanno aderito, nella scorsa stagione, alla manifestazione e in futuro ci auguriamo una partecipazione ancora maggiore”.

Un’ulteriore spinta al mondo delle bocce potrebbe arrivare dai campionati europei juniores, in programma a Gersthofen (Germania) dal 27 ottobre al primo novembre. “L’obiettivo- conclude Andreoli- è conquistare più medaglie possibili”.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it