fifteen*fifties. PPPattern lancia la open call aperta a tutti

fifteen*fifties. PPPattern lancia la open call aperta a tutti

Raccontare gli anni Cinquanta in modo personale sotto forma di pattern e con ogni tipo di linguaggio creativo, dall’illustrazione alla fotografia
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Roma – Se non ne avete mai sentito parlare fatevi un giro su PPPattern.it, è il primo store digitale dedicato al mondo della creatività seriale italiana, grazie alla collaborazione con giovani artisti e professionisti che provengono da vari ambiti della cultura visiva: illustratori, grafici, digital artist, infografici, art director, designer, urban artist, fumettisti, architetti, paper artist. La start-up nata alla fine del 2018, ha un catalogo di 160 pattern realizzati da 40 artisti dove è possibile vedere e acquistare carte da parati, elementi decorativi e cancelleria di design customizzati.

Alla base del progetto c’è un intento fortemente culturale e sistemico, ovvero la volontà di monitorare il talento italiano, cercando di valorizzarlo e di promuoverlo localmente e in ambito internazionale: ecco perché PPPattern lancia fifteen*fifties.
Si tratta della prima open call ufficiale aperta a tutti, senza limiti legati a maturità professionale, età o competenze specifiche. Il tema sono gli anni Cinquanta, da raccontare o reinterpretare in modo personale sotto forma di pattern e con ogni tipo di linguaggio creativo (dall’illustrazione alla fotografia).

In palio ci sono: una mostra collettiva (5-29 dicembre 2019), un catalogo digitale dei 15 lavori selezionati (scaricabile gratuitamente); e poi la possibilità, per 3 dei vincitori, di entrare nella PPPattern crew e quindi di essere prodotti, come sta già accadendo per altri 40 professionisti. A valutare i lavori ci sono 5 super esperti nei loro specifici settori di riferimento (art direction, design, interior design, architettura, comunicazione) come Angela Pastore, Carlotta Berta, Cinzia Pagni, Laura Traldi e Stefano Mirti.

“fifteen*fifties” è realizzato in collaborazione con Contemporary Cluster – Galleria di arte contemporanea di Roma, in Via dei Barbieri 7. Spazio che dal 30 maggio 2019 ospita lo show-room di PPPattern.

Il progetto ha l’obiettivo di creare sinergie e mescolare creatività, arte, architettura e storia. Spunti che vedranno anche un momento di confronto culturale e accademico il 5 dicembre 2019, in occasione dell’inaugurazione della Mostra.

Regole e informazioni per partecipare sono su pppattern.it, c’è tempo fino al 30 settembre per la consegna degli artwork.

In bocca al lupo!

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it