Fumetti. Fuori in tutte le librerire Sacha e Tomcrouz

BAO Publishing porta in Italia il viaggio all'epoca dei vichinghi di un bimbo e il suo buffo chihuahua, un'avventura firmata da Halard e Quignon
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Roma – Si chiama Sacha e Tomcrouz il primo volume di avventure scritto da Anaïs Halard e disegnato da Bastien Quignon. Fuori per la collana BaBAO di BAO Publishing
la storia vede protagonista Sacha, un bambino brillante, un raro caso di secchione ammirato da tutti a scuola. La sua mamma fa l’antiquaria e gli ha promesso, per il suo compleanno, un topo super intelligente che Sacha potrà portare a scuola per stupire i compagni. Invece… gli regala un chihuahua, anche un po’ mingherlino e disubbidiente, che Sacha chiama Tomcrouz, in onore dell’idolo cinematografico della mamma. Ben presto, Sacha scoprirà che quando Tomcrouz starnutisce, a causa di un incidente che ha avuto nel laboratorio del papà, può viaggiare nel tempo.

Insieme, in questo primo volume, vivranno un’incredibile avventura nell’epoca dei vichinghi, e cominceranno a intuire qualcosa sul mistero della sparizione del papà di Sacha, che probabilmente ha a che fare con l’incredibile sostanza che ha dato il suo potere speciale a Tomcrouz. Un fumetto delizioso, una splendida storia di amicizia nonostante tutte le avversità pubblicata in Francia nella collana francese Métamorphose diretta da Barbara Canepa.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

Autore: Fabrizia Ferrazzoli
Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it