Neve d’agosto a Roma, il “miracolo” rischia di saltare

Dopo 35 anni l'evento capitolino rischia di saltare per mancanza fondi
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

L’appuntamento capitolino con la neve d’agosto rischia di saltare a causa di mancanza fondi.
Tradizione iniziata nel 1983, il “Miracolo a Roma” da 35 anni fa rivivere a Santa Maria Maggiore all’Esquilino la nevicata del 5 agosto del 358 d.c.

Secondo leggenda, la Madonna apparve in sogno all’allora pontefice Papa Liberio e al nobile patrizio Giovanni, indicandogli con un miracolo il luogo dove far sorgere una nuova chiesa. La mattina seguente i due si recarono sul Colle Esquilino, che fu trovato completamente imbiancato dalla neve. In quel luogo fu così edificata la Basilica di Santa Maria Maggiore.

Così, dal 1983, ogni 5 agosto a Roma si rievoca il miracolo della neve, che quest’anno rischia di saltare.

“Ad oggi la fattibilità di questo evento è nulla a causa della mancaza di fondi” , fa sapere Marco Mazzola, Art Director della Luxury Project Event, la società contattata per organizzare l’evento.
E’ stata quindi lanciata  una raccolta fondi, “ultimo tentativo disperato per regalare ancora una volta, nella sua 36a edizione, questo evento alla città ed alla piazza”, spiega Mazzola.
Tentativo che “appare come un miracolo se si realizzerà”.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

Autore: Gloria Marinelli
Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it