2 agosto 1980: 39 anni fa la strage di Bologna. Ecco cosa accadde

2 agosto 1980: 39 anni fa la strage di Bologna

La strage di Bologna è tutt’oggi ricordata come il più grave atto terroristico avvenuto in Italia nel secondo dopoguerra
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – E’ il 2 agosto 1980, un sabato mattina d’estate che per tanti segna l’inizio delle vacanze.
Alla stazione di Bologna i pendolari attendono il loro treno, che li porterà a lavoro, a casa, fuori città per le ferie.
La lancetta dell’orologio segna le 10.25 in punto quando
una bomba esplode nella sala d’aspetto della seconda classe. Muoiono 85 persone, altre 200 restano ferite. La più piccola ha 3 anni e si chiama Angela Fresu, il più anziano è Antonio Montanari, 86 anni.

La strage di Bologna

La bomba, composta da 23 chilogrammi di esplosivo, fece crollare un tratto di edificio lungo 50 metri, l’onda d’urto investì il treno fermo sul primo binario e distrusse il parcheggio taxi davanti alla stazione.
La strage di Bologna è tutt’oggi ricordata come il più grave atto terroristico avvenuto in Italia nel secondo dopoguerra.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it