Orlando Bloom e Cara Delevigne 'magici' in Carnival Row

Orlando Bloom e Cara Delevigne ‘magici’ in Carnival Row

Disponibile su Amazon Prime Video dal 30 agosto
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Nata dalle menti di René Echevarria e Travis Beacham, Carnival Row è pronta ad arrivare su Amazon Prime Video. La serie dark fantasy, disponibile sulla piattaforma dal 30 agosto e dal 22 novembre doppiata italiano, è ambientata in un mondo in cui le creature magiche sono costrette a lasciare le loro terre e ambientarsi tra gli umani, precisamente nel borgo di Carnival Row. Ma questa integrazione ci metterà un po’ a carburare. Saranno i protagonisti della storia, il poliziotto umano Rycroft Philostrate (interpretato da Orlando Bloom) e una fata, Vignette Stonemoss (interpretata da Cara Delevingne), a sfidare le convenzioni della società che, nel frattempo, sarà coinvolta da una serie di omicidi.

Carnival Row, la storia

La serie segue le creature mitiche che sono fuggite dalla loro patria devastata dalla guerra e si sono radunate in città mentre le tensioni stanno sobbollendo tra i cittadini e la crescente popolazione immigrata. Al centro della narrazione c’è l’inchiesta su una serie di omicidi irrisolti, che mandano via qualsiasi pace inquieta esistente.

Carnival Row, il cast

Oltre a Bloom e alla Delevigne, nel cast vedremo David Gyasi nel ruolo di Agreus, Tamzin Merchant in quello di Imogen Spurnrose, Andrew Gower in quello di Ezra Spurnrose, Karla Crome in quello di Tourmaline, Arty Froushan in quello di Jonah Breakspear, Caroline Ford in quello di Sophie Longerbane, Indira Varma in quello di Piety Breakspear, Jared Harris in quello di Absalom Breakspear e Simon McBurney in quello di Runyan Millworthy.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it