VIDEO| Il concerto Thegiornalisti al Circo Massimo in due minuti

VIDEO| Il concerto Thegiornalisti al Circo Massimo in due minuti

La band si è esibita nella Capitale davanti a 45 mila persone
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA –  Era atteso come il flop dell’anno (dai soliti criticoni) ma non è stato così. Il concerto dei Thegiornalisti al Circo Massimo di Roma – organizzato da Vivo Concerti in collaborazione con Rock in Roma – è stato tutt’altro. Un live intenso per ripercorrere i dieci anni di carriera della band e celebrare gli ultimi successi.

A festeggiare con il gruppo di Tommaso Paradiso, il primo italiano a esibirsi al Circo Massimo, 45mila persone. Ben oltre le aspettative di chi aveva fatto previsioni nei giorni scorsi.

“Pensate un po’…ieri eravamo 45mila anime anche se molti hanno sperato (e scritto) fino all’ultimo che sarebbe stato un flop da 20 mila persone. Dispiace”, ha scritto il frontman nelle sue storie questa mattina, togliendosi qualche sassolino dalla scarpa. 

La scaletta

Polemiche a parte, i Thegiornalisti hanno suonato per oltre due ore senza fermarsi quasi mai. Solo una la pausa per permettere il cambio d’abito del frontman. Ricchissima, infatti, la scaletta: una carrellata di pezzi dalle origini del gruppo fino a oggi. Da “Completamente” a “Love”, passando per “New York”, “Promiscuità”, “Proteggi questo tuo ragazzo”, “Mario Balotelli”, “Dr. House” e “Fatto di te”

Tommaso Paradiso, Marco Primavera e Marco Musella hanno, poi, emozionato il pubblico, raggiungendo il centro del palco per un medley di brani del passato. 

Gli ospiti

Ad arricchire la serata i tanti ospiti chiamati sul palco. Franco126 ha accompagnato Tommaso Paradiso in “Stanza Singola”, Calcutta ha cantato “Fine dell’estate” e Dardust ha suonato il pianoforte in “Questa nostra stupida canzone d’amore”.

Luca Carboni ha duettato con il cantante in “Luca lo stesso”. Elisa ha cantato “Tra la strada e le stelle” e “Da sola/In the night” con Takagi e Ketra. Immancabili le hit come “Riccione”, “Felicità P∗∗∗∗∗a” e “Maradona y Pelé”.

Noi di Diregiovani eravamo tra il pubblico. Ecco il riassunto della serata in due minuti.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it